m0ltitudini

da bambino giocavo con le pentole

COMUNQUE VADA, SARA' DEGRADO

Molti blog hanno ironicamente sottolineato la stucchevolezza dell’inno "meno male che Silvio c’è".
Mi pare giusto, in ossequio alla par condicio, fare dare spazio anche al "I’M PD" sulle note di YMCA.
Questa grottesca gara (un insulto al buon gusto prima ancora che questione politica) è davvero simbolica, secondo me. Perchè non dovremo trovare "i’m pd" meno ridicolo dei buffi inni berlusconiani?
Evoca un immaginario, questa gara. Entrambi gli inni potrebbero essere, invece che canzoni a supporto, pezzi di irriverente satira scritti per coprirli di ridicolo. C’era poco da ridere quando, nel 2001, Guzzanti-Rutelli , al piano, tentava di buttare giù un inno dell’Ulivo..ricordate? Questi due video sembrano una presa per il culo. Drammaticamente, non lo sono. O forse si, dipende dai punti di vista.

Forse sbaglio, forse assegno troppa importanza a questioni secondarie, e dovrei evitare di notare una degradante osmosi estetica tra i due immaginari che si vorrebbero "alternativi".
Forse do troppa importanza a Del Vecchio. Direi che il generale candidato del PD vince con pieno merito il premio per chi ha detto le stronzate più grosse. Anche perchè ha avuto lo stile non da poco di spararle tutte assieme, nella stessa intervista: i 16 enni al fronte, bordelli perchè il maschio soldato italico ha le sue italiche esigenze (d’annunziano, direi), occhio ai froci nelle caserme..e non poi così male il nonnismo, che ha un qualcosa di educativo. Una goleada di becera cultura machofascisoide da caserma.
Storace forse non avrebbe il coraggio di arrivare a tanto, non in pubblico, perlomeno.
Questo ed altre dichiarazioni vengon derubricate ad incidenti, esternazioni fuori linea, cosucce. Lascia perdere.
Sarò matto io a trovare abnorme che chi vorrebbe esser alternativo alle destre candidi gente così, sarò fuori dal mondo io a considerare questi segnali tracce di una deriva impietosa.
Concludo con la parte finale della risposta (più ampia) che ho dato, in un commento sottostante, a chi ti dice che se non voti Veltroni sei tutto sommato un fighetto intellettuale che festeggerà la vittoria di Berlusconi il 14 aprile, a chi ti dice..ma te che parli tanto, cosa fai , cosa proponi, se non "sti cazzi"? (che stile).
….
Non faccio nè il figo nè il filosofo: stai tranquilla che con 1000 euro al mese da socio lavoratore di una cooperativa rossissima, aderente alla Lega delle cooperative, organizzazione veltronianissima che non rinnova il contratto da 27 mesi, sarebbe un lusso che non posso permettermi.

E’ che io il 14 sera non festeggerò comunque, giocano due squadre per le quali non posso tifare, se mi si passa la metafora.
Io perdo in ogni caso.


Io proseguirò – sta tranquilla che il mio lo faccio, che poi tu non lo condivida come io non condivido ciò che fai tu è legittimissimo – a fare le modeste cose che faccio, ben consapevole che il tempo è gramo e che il convento passa poco, quel poco sufficiente a tener in piedi un semino di pensiero critico che magari germinerà domani, contro l’unico mondo possibile del pensiero unico.

Cosa farò…tenendo conto che per guadagnare quei 1000 euro democratici e di sinistra devo lavorare circa 200 ore al mese…e che da socio lavoratore una volta ogni 5 settimane mi capita di fare turni nel week end di 21 o 22 ore di fila senza poter fiatare (si, hai letto bene: 19 del sabato sino alle 16 di domenica, questo hanno partorito le democratiche e progressiste cooperative della lega) tempo ed energie non sono sempre sufficienti…
…farò le cose che ho fatto nel terreno tanto politico quanto sociale e culturale nel mio territorio per sostenere le battaglie per i diritti dei migranti, o per i diritti civili legati al corpo ed agli affetti.

Ai tempi del referendum sulla legge 40 mi son fatto un culo così tra stesura di volantini, attacchinaggi, volantinaggi: parte di quelli contro cui me lo son fatto, stanno nel tuo partito.

Sosterrò e parteciperò alle vertenze per la difesa del territorio, che non sono solo battaglie dei "no", ma vertenze PER un altro modello di sviluppo, di società (vedi anche decrescita).

Tenterò di salvaguardare, per quanto sia dura, qualche brandello di diritto sindacale nel posto di lavoro che occupo.

Ed infine, continuerò a fare il mio bel lavoro da 1000 euro al mese, tentando di dare ai ragazzini sfigati di cui mi occupo -nel limite del possibile- qualche strumento di emancicpazione per salvarsi dalla vita di merda che gli è toccata in dono.

E’ impegno politico pure questo, stai tranquilla.

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

66 pensieri su “COMUNQUE VADA, SARA' DEGRADO

  1. Bè, Bossi in zona cesarini direi che contende il titolo a Del Vecchio, eh…ho postato prima di apprednere la sparata del senatur.

  2. …la mia ex fidanzata faceva il tuo stesso lavoro e le stesse cose me le diceva 10 anni fa… ti invidio la bici e la forza di volontà. D’accordissimo sul fatto che il tuo lavoro sia impegno politico. Tralascio commenti sulla legge 40, scriverò qualcosa nel 2009.

  3. Non posso che sottoscrivere.

  4. io ti quoto in pieno!

  5. Ciao moltitudini, sei davvero convinto che rispondere alla signora/ina che farnetica sul futuro del mondo e del nostro paese sia utile e costruttivo? Le famiglie italiane non arrivano alla quarta settimana? lo dice proprio lei?.. senza pudore..

  6. saremo in molti a non festeggiare… basterebbe che ci togliessimo dalla testa il vizio del ‘voto utile’ e ragionassimo con i nostri neuroni, anzichè con la nostra tasca.

  7. anonimo in ha detto:

    giuro che la prima volta che ho sentito i due inni, passando per la trasmissione di Mentana, pensavo fossero stati fatti da Crozza, giuro.
    laura

  8. @oscaruzzo e piccolaiena
    grassie

    @skeno
    2009? Ci sarò!
    Poi mi dici, magari in privato, dove lavorava.

    @erremme68
    bè, sempre meglio una risposta in più che una in meno.

    @laura
    ma infatti!Non è pazzesca questa cosa?

  9. solo per l’ultimo ti meriti(stranamente ;-)) un encomio eheheh

  10. Mi son riguardato i video.
    Mama mia che Trash, ragazzi.
    Le liriche, poi. Sarà mica lo stesso l’autore?

    @tytty
    eh, lo sapevo che ti sarebbe piaciuto.

  11. E’ impegno politico pure questo, stai tranquilla.

    credo sia l’unico vero impegno politico!!
    chicca

  12. Sono al lavoro per cui i video o qualsiasi cosa tu abbia messo non riesco a vederlo.
    Rutelli-Guzzanti, come non ricordarlo… alla fine andava a cambiare le parole dell’inno di forza italia adattandolo all’ulivo.
    Sai, anche se non sempre né condivido le ragioni, Moretti nel suo Caimano credo che avesse profondamente ragione. E mi diverto nel vedere i cultori di Moretti appoggiare in tutto e per tutto il PD, non accorgendosi della triste deriva Berlusconiana di questo misero partito.
    Ora però voglio andare a leggere l’intero commento che vi siete scambiati. Purtroppo sono in tanti che la pensano a quel modo, tra l’altro sentendosi più di te. Come se la ragione e la verità stesse dalla loro parte.
    Io la penso esattamente come te. Se vince Veltroni o Berlusconi a me non cambia proprio nulla. Solo qualche virgola. Il centro-sinistra in Italia è stato storicamente fautore delle politiche che hanno distrutto il lavoro e indebolito i lavoratori. Parlo di pacchetto Treu certo, ma anche delle privatizzazioni. E’ stato il centro-sinistra per primo a iniziarle, facendo un favore enorme a suoi vassalli (o è forse il centro-sinistra ad essere stato vassallo di questi “imprenditori”), introducendoli in settori chiave della società. Ora anche l’acqua.
    E, se proprio vogliamo dirla tutta, per quanto riguarda la stessa acqua, le privatizzazioni più forti ci sono dove governa il centro-sinistra. Acea dice niente? Società che gestisce acquedotti in molte parti d’Italia e anche all’estero. Società che inizia a gestire anche inceneritori. Acea, è notoriamente in quota PD. Questo è Veltroni e chi per lui. Questa è l’etica del PD e dei suoi imprenditori che non accettando rischi di investimento, entrano in settori dai sicuri profitti. L’acqua serve a tutti e tenendo a bada la raccolta porta a porta e tutto il ciclo dei rifiuti gli inceneritori sono necessari. Il tutto alle spalle dei cittadini che si ritrovano a pagare sempre di più e dei lavoratori di quelle società, sempre più precari e sfruttati.

    Io non festeggerò alcuna vittoria. Sono già in lutto. Il pensiero unico neo-liberista sta mietendo le sue ultime vittime. Il commento che ti hanno lasciato e a cui tu hai risposto ne è il triste segno. Oggi la differenza esiste solo rimanendo inseriti in quel quadro. Che misera vita ci attende se continua di questo passo.

  13. @andrea
    grazie del commento.
    Il video “im pd” guardalo:resterai allibito.
    Non ho capito un passaggio “Purtroppo sono in tanti che la pensano a quel modo, tra l’altro sentendosi più di te”.
    Sentendosi..cioè??

  14. Credo che tutti gli italiani hanno già perso con questa classe politica, lontano dalla gente…Non vorrei cadere nella retorica,ma credo che il voto utile è quello al pd, ai socialisti, a sinistra arcobaleno, a sinistra critica..ecc..ecc..(parlo dei partiti di sinistra perchè sono su queste posizioni)..Nessuno ha la verità in mano e nessuno può credere di avere ragione, tutti dovrebbero avere rispetto di ogni posizione, purchè tollerante e rispettosa della Costituzione.
    credo nella gente che forma i parititi e non nei “rappresentanti”, credo che, il mio sogno di vedere una sinistra vera e unita,si sia infranto…
    vorrei discutere con tutti anche su posizioni diverse, per un’Italia diversa.sarà possibile?
    Ora però, permettimi di muovere “una critica” ai quei partiti che si rifanno alla tradizione Comunista…non era meglio unirsi, invece di andare al voto con 4 partiti??che differenza c’è tra ferrando e turigliatto, parlo di contenuti…Non c’è forse, anche lì, un interesse di “potere”…??!!!
    un abbraccio

  15. @redsunset
    sulle differenze tra ferrando e turigliatto…
    non sono differenze, dal mio punto di vista, che sostanziano la presentazione di due liste.
    Sebben le due piccole aree abbiano entrambe una storia autonoma rispetto all’altra, anche in relazione ai riferimenti teorici.
    C’è senz’altro una spetto di “potere” inteso come orticello e autoreferenzialità.
    C’è però anche qualche significativa differenza dal punto di vista della “prassi”, dell’idea di partito e di organizzazione, e di lettura della fase.
    Certo, cose incomprensibili per la gente normale, me ne rendo conto.

  16. Il veideo di berlusconi non c’era che da aspettarselo così e con tanti giovani che cantano allegri (su sfondo del colosseo quadrato, chicca da notare), quello del piddì la prima volta che lo vidi pensavo davvero fosse una presa per il culo..
    Condivido davvero tutto il resto.

  17. FrancaFranca in ha detto:

    Se non si mettono a scavare, questa campagna elettorale con i suoi inni ha toccato il fondo!
    Per quanto riguarda te, il tuo impegno politico non è neanche paragonabile a quello di tanti signorini per bene che sono sempre pronti a sparare sentenze

  18. L’arroganza di certi “democratici” non conosce misura

  19. Su quel pezzo che non hai capito ci sono stato un’ora… ma poi non trovavo i termini giusti e ho soprasseduto. Si sentono più di te, nel senso che vogliono avere ragione, che sembra abbiano la verità in tasca. Si sentono superiori… ecco, sì, mi sembra che dire che si sentono superiori si avvicina molto al concetto.

    Comunque, leggevo un altro commento, quello sulle differenze tra pcl e sc… bè effettivamente la prassi e decisamente troppo diversa per metterli assieme. sc rifiuta, o almeno dovrebbe farlo, l’idea di partito avanguardia delle masse. il pcl invece è dogmatico in maniera spaventosa. Girovagando su interne l’altro giorno mi sono imbattutto in una lettera di una decina di persone espulse dal partito di ferrando. Effettivamente loro vogliono rompere con quello che era stato fatto in rifondazione, cioè tentare di mettere insieme diverse scuole di pensiero comuniste. Loro vogliono una linea e quella deve essere.
    Cosa che non dovrebbe entrarci molto con quello che vuole fare sc… anche se, effettivamente, non è che abbia capito bene cosa voglia fare.

  20. caro Molti
    sui 2 motivetti non mi soffermo.. mi hanno detto che sabato a Roma sullo schermo comparivano anche le parole a mo’ di karaoke, però anche I am PD non scherza, neanche lo spot di un formaggino..
    su Del Vecchio mi astengo (e due) se il buon giorno si vede dal mattino.. Continuo a considerare le candidature PD un bel minestrone, di cui credo solo Veltroni sappia dosare gli ingredenti, almeno me lo auguro, per tutti noi.
    Il tuo post è altrimenti splendido e condivisibile, e spero ti aumentino lo stipendio eKekkavolo!!
    ciao

  21. anonimo in ha detto:

    “Perchè non dovremo trovare “i’m pd” meno ridicolo dei buffi inni berlusconiani?”

    Per non rischiare d’essere considerati filoberlusconiani pure noi dai centrosinistri come Mariado… Quelli che mangerebbero anche la merda “sennò ritorna Berlusconi”. Io preferisco quelli come Luttazzi, che fingono di mangiar la merda e svegliano le persone invitandole a mobilitarsi.

    Lorenzo

  22. concordo sulla deriva e direi che posso tranquillamente quotarti in toto.
    su questo siamo ormai sulle stesse posizioni. non che abbia cambiato idea rispetto al passato, è il csx che se n’è appunto andato al largo, galleggiando allegramente…

  23. anonimo in ha detto:

    D’altra parte non era partito anche Mussolini come socialista?

    Comunque non so se avete sentito Ferrara, ieri.
    Dà già per certo di essere il prossimo ministro della sanità.
    Atroce.

  24. A tutti, ed a Mariado. Questa cosa si collega con il discorso dello “stalinismo” che facevo nel commento al post precedente.

    Ora: si sa, non sono un fan della sin.arc. e le auguro il peggior dei risultati.

    Dtto ciò: ieri Franceschini ha detto sostanzialmente che la “sarc” rischia di fare ciò che ha fatto Nader, ossia di aiutare il centro destra a vincere.

    Fatemi capire: per Franceschini, tutti gli altri non solo non sono desiderati, ma dovrebbero anche sparire e non candidarsi?
    Mah.

    @buddy
    merci.
    @franca
    merci anche a te.
    @anonimo
    sono “boutade”.
    Però quale che sia l’esito elettorale alla sanità non vi andrà qualcuno di tropo diverso.
    @francog
    Franco, quanto tempo!
    Bene, son contento. Però la deriva su ci convieni è il normale esito di ciò con cui non concordavi tempo fa.
    @andrea
    ahhh…ok, ho capito!
    Bè, sc aveva lanciato l’idea di liste aperte e comuni anche al pcl.
    @giovanotta
    eh, il mio stpendio è nele mani della democratica e sinistra Lega delle cooperative e degli enti locali, anch’essi democratici e progressisti, dai quali ha gli appalti e, in ultima istanza, dei governi – democratici o no – che tagliano i trasferimenti ai comuni lamentandolo inacettabile quando lo fa l’avversario.

  25. eh, son sempre un po’ incasinato e latitante, lo so.

    no, però non so se sia il normale esito. fino a prodi io stavo di là. se veltroni o chi per lui, più facile “chi per lui” 😉 , avesse fatto altre scelte, tagliando al centro e mantenendo un ponte a sinistra, tenendosi boselli e lasciando per strada binetti, dipietri, caleari e delvecchi, direi altre parole.
    se mia nonna avesse le ruote, mi dirai. 😦

  26. @franco
    eh, appunto, se le nostre nonne avessero le ruote.
    Insomma, com’è che dico di solito? Io lo avevo detto…ahahahahah!

  27. ma son tutti esperti nel descrivere il pcl?Quando magari dovrebbero occuparsi di spiegare la politica della sinistra l’arcobaleno,del finanziamento alle guerre ,il sostegno alla finanziaria ecc..
    Siccome ho militato nel prc me li ricordo i compagni dell’ernesto iol massimo del dogma,il massimo del doppio metodo di agir nel politico.
    Insomma…
    Io sono un militante del pcl ,già all’interno del prc.Militante un po’ strano perchè spesso dissidente,perchè almeno di non commettere straordinarie cazzate nessuno viene cacciato dal nostro partito.
    Perchè non andiamo in lista insieme a sc?Questo punto me lo son chiesto anche io,c’è un bel dibattito su questo punto.Semplicemente siamo diversi nella concezione della prassi politica,noi crediamo nella funzione di partito,di avanguardia per le masse, Sc è un ottimo strumento di movimento.Limitativo tirare fuori ricerca di potere personale,perchè questo avviene in tutti i centri di aggregazione,ma davvero io certi ingenui non li comprendo proprio,però non mi fanno incazzare come quelli che dovrebbero preoccuparsi di come hanno distrutto la sinistra in italia in questi due anni e mo fanno pure i verginelli,è chiaro a chi mi riferisco.

    I’M Pd e Meno Male che Silvio c’è….assurdi assurdi.Cioè, e poi questi sono i due grandi partiti?Questi son quelli che rappresentano il voto utile?????Ma stiamo scherzando?Nemmeno gli stalinisti dei tempi d’oro-tanto amati da una corrente del prc..quelli che ci danno dei dogmatici..ma guarda un po’-arrivavano a tanto
    Più che altro da un buffone come Berlusconi è comprensibile,drammatico che I’M PD-con sta esterofilia degna del miglior Nando Mericoni-risulti più caciarone e demente…non è una parodia dei guzzanti????Nooo,purtroppo

    La diatriba tra te e la signorina del pd.

    Noi facciamo politica nel tessuto sociale,perchè riteniamo che quel punto sia fondamentale.
    Crediamo in una risposta chiamata comunismo e per questo facciamo incontri,(no,perchè sia ben chiaro a qualche arcobalenato che noi siamo ben lieti di collaborare con tutte le forze comuniste non compromesse ,su singoli episodi.In qualsiasi battaglia ci siamo e di sicuro non ci chiudiamo in sezione-che non abbiamo poichè il partito è autogestito e autofinanziato,con i nostri soldi di operai e precari)banchetti,volantinaggi,assemblee,siamo fuori dai cancelli delle fabbriche e delle scuole.Questa è politica,signorina…ma lei è troppo impegnata a ballare I’M PD!

  28. ahaha Viga, dai..non ho fatto torto al tuo partito, mi pare, nella descrizione.
    nemmeno Andrea, tutto sommato.
    no?

  29. Interessante questo post, di alternativo non hanno nulla questi schieramenti, vedi anche la dicitura…si sono preparati il terreno..

  30. Sai come è? e che siamo materialeresistente.

    Direi un post da tenere lì per quando Lucas (che ha 14 anni) sarà più grande.
    Un saluto

  31. Ammazza… la descrizione che ho fatto di pcl e sc è uguale uguale a quella di Viga. Che perfido conoscitore della sinistra eh?!

    Apparte tutto. Sai, l’idea di sc non è poi così male e la condivido sicuramente più di quella del pcl. Però a mio parere hanno sbagliato i tempi e i modi. Se te guardi bene le liste di sc al 95% sono tutte persone che sono fuoriuscite dal prc con la tessera in tasca dell’associazione sin. crit. L’idea di fare rete non è riuscita.
    Comunque sono convinto che, almeno con molti compagni di loro in futuro ci ritroveremo.

  32. @mario
    eh si, materiale resistente, hai detto bene.
    14 anni? Bè, certe cose già le può leggere, direi! 😉

    @andrea
    era normale che rispetto al passaggio elettorale non riuscisse.
    Di sicuro l’approccio di s.c. è più aperto alla contaminazione e la lettura del contesto è – senza voler fare arrabbiare Viga – un poco più attrezzata ed all’altezza dei tempi di quella dei compagni del PCL, perlomeno rispetto a come vien concepita l’organizzazione.
    Ma..massimo rispetto anche per loro, ovviamente. 😉

    Confesso, anche la cd “costituente anticapitalista” non è che potesse essere poco più che incontro tra ceto politico.

    Oh, all’incontro di dicembre c’eran anche i “miei”,eh, lo vedi come sono “onesto”?
    😉

  33. mi son lievemente infervorito,ma forse non si è notato,perchè non mi è piaciuto il riferimento a una lettera di persone sbattute fuore dal pcl sostenendo poi :ah,che razza di ortodossi crudeli
    Senza specificare chi sono,in quale situazione ecc….Mi è sembrato un intervento non proprio correttissimo
    Poi ,lo sanno anche i muri,io non son concorde al 100 % sulle direzioni del partito,per cui la critica ad esso la sostengo e ci discuto,ma un attacco di questo tipo no.

    In ogni caso,parlando di buffoni,il re di questi è sicuramente Mareprofondo,un livoroso e rancoroso “democratico”,il quale anche oggi ci ha deliziato con un suo post circa quel buffone di Berlusconi,gli ho postato questo video:I’m pd..giusto per fare capire al simpaticone-oh,luca guarda che questo batte Musico-che razza di partito è il suo,Veltroni vorrebbe mettere come reato l’apologia al comunismo!

    ps.tanto,al di là delle più sottili riflessioni,sinistra l’arcobaleno andrà malissimo e io ballerò nudo lo ska in piazza x festeggiare l’evento!^_^

  34. leggendo questo post mi è tornato in mente un libro che ho letto da poco.
    il fasciocomunista, di Antonio Pennacchi. sono d’accordo con te sul degrado, a prescindere da destra o sinistra. mentre non sono d’accordo sui mille euro democratici si, di sinistra anche, ma di una certa sinistra. dire che la sinistra, in generale, è responsabile dell’attuale tragedia sul lavoro, sul precariato etc. non è corretto. rifondazione comunista è per l’abrogazione della legge biagi e per una rivisitazione profonda della legge Treu. quei mille euro sono democratici, di destra e di sinistra. ti ammiro per il tuo impegno lavorativo e politico. complimenti

  35. .@galdo
    non mi pare di aver esattamente detto ” che la sinistra, in generale, è responsabile dell’attuale tragedia sul lavoro, sul precariato etc. non è corretto”
    @viga
    ah ok. Io di quella storia non so nulla, quindi taccio.

  36. più che una opposizione canora perchè non fanno una gara di rutti magari ci si diverte dii più

  37. ciao,
    è nato il blog dello zodiaco
    vuoi personalizzare il tuo blog
    inserendo il bannerino del tuo segno?
    basta che copi il codice che vedi sotto al tuo segno e lo inserisci nel tuo blog
    se l’idea ti piace ti aspettiamo

    lo Zodiaco

  38. si,però…Stamattina mi sveglio e la prima cosa che canto sai cosa è:cantiamo tutti insieme I’M PD!!

    maronna o’carmine,sta fettenzia mi è entrata in testa!

    Manca una parte,però,quella in cui dicono più bordelli per i militari!Dopotutto il democratico del vecchio ci tiene!

  39. Ma io non volevo far arrabbiare Viga, ci mancherebbe. Poi a mio parere l’ortodossia non è un difetto, se qualcuno ci crede.
    Per il resto, forse Viga ha ragione. Qui riporto il link della lettera dei compagni del pcl espulsi. Però, badate bene che non lo faccio in vena polemica né tantomeno giudicando i vari comportamenti o dicendo noi siamo meglio di loro. Lungi da me giudicare la condotta politica degli altri. Ognuno fa quello che sente. Se avessi condiviso il pcl piuttosto che sc avrei aderito ad uno di questi due partiti e non è detto che magari in futuro non possa avvenire. Per il momento, pur nelle infinite contraddizioni continuo la mia militanza in rifondazione. Almeno finchè esisterà. Poi dio vede e provvede.
    Il link: http://www.pclroma.info/HOME.htm

    Tornando su SC, secondo me l’errore è stato presentarsi alle elezioni e in qualche modo mi sento di ribadire questo pensiero. La D’Angeli nell’intervista su Liberazione ha detto che questo è il tempo della semina, non del raccolto. Secondo me presentandosi alle elezioni è come se seminassero e nel tempo stesso tentino di raccogliere.
    Il soggetto che vedo per il futuro è qualcosa di aperto che metta davvero insieme partiti, sindacati, movimenti e quant’altro che, con le preferenze renda vano i giochi di forza che per forza di cosa esistono e dove il presidente del consiglio non sia apertamente indicato ma venga poi deciso in parlamento.
    Sia ben chiaro, io non condivido neanche il fatto che sa, sc e pcl abbiano un leader nominato. Difendiamo la costituzione e poi cediamo ai giochi “americanisti” di pd e pdl. Il presidente del consiglio viene nominato dal parlamento, non dall’elettorato. Sarebbe stato più giusto dare una rappresentanza diffusa e non individuare un leader. Mi auguro che una rete di questo tipo si riesca a creare.
    Propongo pure un nome tiè: rete anti-liberista.
    Carino, no?!
    Basta partito, falci e martello e quant’altro.

  40. Io preferisco il ritmo di “meno male che silvio c’è”.
    Mi mangeranno il cervello ‘ste canzoncine del cavolo.

  41. @zodiaco
    grazie.
    Ma non potrebbe fregarmene di meno.

    @viga
    se vuoi, un motivetto sempre dei village people adatto alle esternazioni di del vecchio c’è già…ed è “macho man”.
    Leggerò i documenti che linka Andrea, cui comunque riconosco, pur nella differenza da me, una onestà intellettuale ed una attitudine al confronto abbastanza rara nei militanti di partito.

    @andrea
    eh, che diamine: i Village People sono i Village people, su.
    Su sin.crit. scusa, quando parli errore, errore rispetto a chi, cioè..il danno è verso che cosa?
    Dal loro punto di vista, secondo me fanno bene: aldilà del discorso sulla semina, è comunque una opportunità di visibilità che difficilmente ricapiterà.
    Su Sin.arc, questa volta “difendo” il cartello che voterai.
    Da un lato, pur comprendendo e condividendo quanto eccepisci in termini “costituzionali”, l’indicazione del “capo della lista/coalzione” è previsto dalla legge, va indicato per forza.
    Anche qui, ragiono dal punto di vista non mio, ma della sarc.
    Credo che nei tempi ristretti del confronto elettorale, certo che per la sin.arc. le elezioni sono venute nel momento peggiore, la scelta di bertinotti fosse inevitabile.
    Senz’altro, il fatto che questa scelta fosse inevitabile, mostra tutta una serie di criticità.
    Ma, tenendo conto di quali sono le regole del gioco e della posta che la sin.arc si gioca, non sarebbe stato furbo (in termini di “monetizzazione”) candidare un mister o miss X sconosciuti, e tra i leader “riconosciuti” nessuno avrebbe ottenuto l’avallo di tutti i contraenti del patto.

  42. anonimo in ha detto:

    X Moltitudini (e, ovviamente, Mariado…): ancora una risposta intelligente a chi accusa – con che faccia! – astensionisti ed appassionati del “voto inutile” di “consegnare il governo del Paese nelle mani dell’Innominato”…eh già, perchè adesso è colpa NOSTRA!

    Oddio, sono un radical!
    http://www.onemoreblog.it/archives/019099.html

    Lorenzo

  43. @lorenzo
    grazie mille! Poi non credo di aver bisogno di leggere, spero che le tue indicazoni vengano prese in considerazione da “altri”.

  44. mister moltitudini sapere che lavori e sudi tanto in una cooperativa e che non sei tutelato mi lascia molto perplesso. ma come si fa a farti fare dei turni massacranti. questi sono diventati più padroni dei padroni di liberale memoria.

  45. @xunder
    assolutamente. 😉
    Già il turno di notte è di per sp illegale: 19-8.30. Quando capita di atacarci la riunione di equipe, 19-13.
    Ma la cosa più bella è il turno del sabato notte: 19-16.
    Ovviamente non esiste alcun pagamento dei festivi, e le ore in più vanno “a recupero”.
    Contratto scaduto da 27 mesi.
    Ma siamo pure soci…quindi, zitti.

  46. Capisco quello che dici di SC. E comunque, se avessi abitato a Roma, mi avrebbero salvato dal votare Rutelli a Sindaco. Apparte che avrei votato Grillini magari.
    Giusto anche l’appunto sul fatto di dover indicare il leader. Purtroppo la gestione Bertinotti ha falciato il partito. Gli unici andati avanti sono stati suoi “protetti” se così si può dire. Questo ha fatto sì che gran parte della dirigenza di rifondazione oggi non sia adatta al proprio ruolo. Gli altri partiti sono due gatti quindi ignoriamoli. Bertinotti era la scelta inevitabile per questo motivo.
    Io ora non dico di essere il miglior esemplare della gioventù di rifondazione, anzi… però io, insieme ad alcuni compagni poi usciti con Sinistra Critica avremmo dovuto entrare nella segreteria federale. Fu posto un veto perchè appartenenti a minoranze. Sintomo di un partito dove il valore e la capacità viene dopo interessi di corrente.
    Tra l’altro con SC sono usciti compagni che stimavo davvero profondamente. Con alcuni ho ancora un ottimo rapporto. E spero davvero che le nostre strade si incrocino ancora. Anche perchè alcuni avevano davvero capacità rare. Forse il mio poco settarismo di partito l’ho preso anche da loro, anche se loro ne hanno davvero troppo poco. E questa è una cosa che gli ho sempre contestato.

    L’errore di cui parlo è il fatto di non essere riusciti ad aprire le liste come volevano. Nell’idea di soggetto di sinistra che immagino io vorrei vedere nelle liste anche un’espressione diretta dei no dal molin, dei no turbogas, dei no tav. Con il sistema delle preferenze e quindi fuori dai rapporti di forza che si creerebbero, avrebbero anche l’opportunità di entrare. Quello che dicevo sul mio voto di lista se avessi abitato a Roma in qualche modo rispecchia questo. Il fatto di sostenere due indipendenti segna il distacco che provo verso certe strutture di partito. Ed è anche una cosa che mi fa provar rabbia. Perchè, nella fattispecie romana, non credo che Tarzan si distanzi poi tanto da quello che SC avanza. Certo Rutelli ha fatto il suo nel separarci. Però spero che soprattutto lo schema bipolare che si vuole creare e, soprattutto il congresso di rifondazione, sancisca un definitivo distacco dal governo e dall’idea governista (chiaro che poi in alcune realtà col pd puoi anche governare – a Roma non di certo) e quindi riavvicini le varie sinistre.

    Un’altra cosa approposito della mia mentalità aperta per un militante di partito… Credo che lo stalinismo sia insito nelle idee di ogni partito comunista. Sento compagni lamentarsi del partito, dei dirigenti e poi, magari per un posto di dirigente di ultima classe, piegarsi alle volontà. Insomma, mi sembra che davvero lo stalinismo stia qui. Poi gulag e tutto il resto non mi interessano. La cosa peggiore di quel movimento è stato l’annullamento di qualsiasi anima critica del partito e l’appiattimento alle posizioni del leader. Anche quando faceva o diceva cose indecenti.

  47. siamo tutti stalinisti, dici?
    ehehe!
    Bè, un po’ si.
    Sulle liste aperte: ora, dico ciò da “fuori”, però il non esser riusciti credo dipenda molto da fattori esterni.
    Una parte di quelli verso cui avrebbero potuto aprire (la mia “area”, o i cobas) come sai non sarebbero stati interessati, in questa fase, a parteciparvi.

    Altri, il PCL, credo che mai avrebbero potuto aderire, per come intendono il ruolo del loro partito.

  48. Nei movimenti molto meno… Sicuramente meno interessi… anche se non ne sono del tutto al di fuori… almeno una piccola parte.

    Sul fatto che alcuni non avrebbero aderito oggi sta proprio la mia critica a sinistra critica. Loro hanno questa idea della rete in parte e in questa fase avrebbe probabilmente dovuto puntare a ricostruire prima questi contatti per poi un domani presentarsi. Se rifondazione l’avesso voluto fare dopo il g8 del 2001 in quanti sarebbero stati fuori? Sin. Crit. secondo me ha fatto una fuga in avanti che, non dico tra i militanti e tra chi a loro è vicina, ma almeno tra gli elettori la potrebbero additare come il solito partitino…
    Ovviamente sia io che te sappiamo che non è così.

    Sul pcl concordo… ma infatti non ne parlo mai nell’ottica di questo progetto. Senza voler offendere Viga, loro sono davvero ortodossi.

  49. io quest’anno ho deciso di smettere di turarmi il naso e votare, smettere di turarmi il naso e le orecchie e votare, smettere di turarmi il naso, le orecchie e gli occhi e votare sperando almeno di centrare l’urna!
    molti miei amici, a malincuore, voteranno il PD come “male minore”. io non ci penso proprio. la logica perversa del “o PD o PDL” non mi piace punto!
    quest’anno farò finalmente la scelta giusta – sissignore! – e la farò seguendo ovviamente lo spirito merdoso dei tempi.
    si deve scivolare per forza verso destra? da sinistra al centro, dal centro a destra?
    ok: mi adeguo.
    voterò SABRYNA TRASH perché mi ha convinto il suo semplice e chiaro programma elettorale:
    1) pensione gratuita per tutte le vecchie travestite sderenate da qui fino alla morte per aids.

    2) “peretta minima garantita” per tutte le passive d’Italia.

    3) tasse applicate solo alle donne biologiche.

    4) eliminazione del “Fiscal Drag-Queen”.

    5) abolizione dei pedaggi autostradali per i camionisti.

    6) obbligo per tutti i maschi italiani da Roma in giù di stuprare e sodomizzare le passive da Roma in su.

    7) via subito l’IVA dal pompino!

    ed ecco il manifesto che campeggia in tutte le piazze italiane:

  50. Io sono d’accordo..ma nella mia circoscrizione non si presenta. ehehhe!

  51. Veltroni e i suoi sono gli alfieri dell’offensiva culturale che mira all’eliminazione dei conflitti e di un modello di relazioni indigeste che sta cercando di farci digerire Berlusconi, Fini ed anche Bossi. Il PD è l’icona buonista per eccellenza. Basti pensare al motto che hanno scelto: “Si può fare”. Che cosa si può fare? Prendere per i fondelli chi lavora, chi un lavoro, invece, lo cerca, chi vive in questo paese che sta affondando sempre più nella scia del suo padrone made in USA. Ipocriti.
    Certo che scegliere tra la merda e la merda secca è dura un bel po’, voglia a turarsi il naso, la maschera antigas ci vuole e tanto non basterebbe!

  52. Zapatos……bè, duro..ma efficace.
    il “si può fare” risponde alla logica un po’ pronvincialotta di fare gli obama de “noiatri”. alimentando “sogni”, speranze.
    Sul buonismo, in realtà, avrei da dire, ma capisco quel che vuoi dire.

  53. vecchia storia,sorpassate.Alcuni avevano idee troppo diverse e atteggiamenti ostili nei confronti del partito,durante un incontro nazionale si è scelto di separarci.Morta lì.

    Chiedo venia ad andrej,perchè l’avevo presa per un attacco al mio partito,sorry!^_^

    xluca: si macho man è adattabilissima per quel pistola di Del Vecchio

  54. AnelliDiFumo in ha detto:

    Minchia che bel post, Luca. Giù il cappello.

  55. @anelli
    grazie di cuore.

  56. anonimo in ha detto:

    C’è una cosa che mi fa incazzare più d’ogni altra, Moltitudini, ed è la richiesta che ci vien fatta – e alla quale noi troppo spesso ci rassegniamo – di GIUSTIFICARCI. Cioè, per la miseria, tu non hai alcun bisogno di spiegare a chicchessia che “è impegno politico pure questo” (peraltro frase splendida e piena di dignità)… SONO LORO semmai a dover fare dell’autocritica e a porre agli elettori disgustati pubbliche scuse! Non è che se uno non milita in un partito – nel partito giusto! – non fa e non propone… E’ evidente (e lo abbiamo già ripetuto) che il problema principale oggi sia culturale, e i partiti a sx da questo punto di vista non sono riusciti a fare un bel niente, tant’è vero che l’insofferenza comune verso i movimenti è crescente e di questo non possiamo che ringraziare, più che i vandali ammaestrati dell’11 marzo, i “violAnti” () come Amato e Violante e i “non violenti” come Berty-not-in-my-name.

    Lorenzo

  57. anonimo in ha detto:

    ps: tra le parentesi, con riferimento all’espressione “violAnti”, avrei voluto infilarci Wu Ming ed il suo celebre pezzo post-G8 “Isolare i violanti”. M’è sfuggito…

    ciao
    Lorenzo

  58. Ti manca l’oscillazione che salva sempre, es. PD dal 29% al 35%,SA dal 6%al 19%(scherzo).

    O.T.
    anche tu gattaro vedo, sei diventato l’idolo di mia moglie (noi ne abbiamo due-di gatte)

  59. @lorenzo
    non ho alcun bisogno di giustificarmi!
    Siccome mi veniva chiesto con….una certa vivacità (diciamo) “cosa cavolo farete mai voi dal 14 in poi”, ci tenevo a rispondere.
    Si giustifica chi si sente in fallo…io ho solo chiarito a una persona dale vedute un po’..limitate, diciamo, o ignorante…nel senso che ignora cosa faccio io.
    😉
    L’oscillazione sarebbe stata troppo paracula. 🙂
    @mario
    eh si, gattaro assai.

  60. Firma il patto laico

  61. @pattolaico
    Io lo firmo pure…ma è un patto che mi pare alluda ad un impegno interparlamentare..che c’entro io?

  62. MarisaD in ha detto:

    Inanzitutto, complimenti per i tuoi impegni e che continua ad andare avanti in un modo vero con te stesso…non mollare mai anche se i tuoi opinioni sono discutibile…l’importanza e il dialogo…

    Anche dall’estero viene una rabbia che rimango perplesso ed esaurita vedere una “sistema” che non ha mai funzionato. Vedendo i politici che hanno portato i cittadini sui ginocchi, e quasi distrutto la piu bella nazione nel mondo. Senza coscienza, senza rimpianti, e continuano a calpestrare e seppillire la brava gente…specie i giovane che non hanno nemmeno la speranza di un futuro meglio…

    Ho ascoltato tanti discorsi su questa campagna elettorale, visto il telegiornale, parlato con amici in Italia…e sempre una barba e noia…una farsa che sempre piu un “comedy show” che reale…anche e “surreale”…

    Alla fine che rimane? Il PD o PDL…la stessa minestra, solo un po piu amara…

    Con tutto il mio cuore io spero che chiunque che vincono, che si ricordono le stronzate (promessi) che hanno detto e che si ricordano che stanno a giocare con la vita dei cittadini e il futuro dell’Italia…

    Peccattissimo direi…Good Luck…

  63. Volontà delle masse
    e volontà dei capi opportunisti
    di Antonio Gramsci
    “L’Unità”, 26 giugno 1925
    (…)
    Quando noi diciamo che tutti gli opportunisti amano nascondersi dietro alla “volontà delle masse” e che per i comunisti esiste soltanto la volontà del proletariato rivoluzionario, che coincide con gli interessi di tutti gli strati della popolazione lavoratrice, non affermiamo un “dogma”, ma scopriamo l’opportunismo dei capi massimalisti, i quali sotto la parvenza di secondare la “volontà delle masse” sostituiscono a questa la loro volontà anti-rivoluzionaria, cioè la volontà della borghesia.
    ###
    « Chiamiamo comunismo il movimento reale che abolisce lo stato di cose presente. »
    (Karl Marx e Friedrich Engels. L’Ideologia tedesca, 1846)

    buon voto (buon non voto)

  64. Caro Molti, mi sono letto con attenzione la tua attenta, dettagliata,credo informata analisi. Complimenti! Tento una analisi surreale ad personam, tutta la gente di destra che ti dovesse leggere, penserà: speriamo diventi come Ferrara almeno qualcuno che ci scriva qualcosa di sensato lo avremmo. Tra la gente di sinistra moltissimi ti diranno bravo, tra questi 20 saranno sinceri e a circa l’ottanta per cento resterai sulle palle per due differenti motivi o perché tenti ragionamenti autonomi o perché sono invidiosi….
    con affetto
    Dante il babbo del gatto antartico.

  65. esserino e balena..
    No..come Ferrara no, dai.
    poi lui di sinistra non è mai stato.
    Viene dal PCI. AHAHAHA!

  66. anonimo in ha detto:

    Moltitudini… Giusto per far contenta la Flavia, un po’ di sana “cultura da mouse”: Ferrara viene dal PCI e… “Ho sempre pensato che Giuliano tornerà con noi” (Piero Fassino, intervista a Sette rilasciata a C.Sabelli Fioretti, 2001)

    Lorenzo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: