m0ltitudini

da bambino giocavo con le pentole

pensieri di fine settimana

Campagne elettorali ne ho seguite tante. E sempre con laico distacco, da non votante nel 90% dei casi.
Questa forse è quella più inutile da commentare. Anche a volersene occupare, dire cose significative è davvero arduo.
L’unico elemento di dibattito è quello sul gioco oligarchico di attribuzione dei posti in lista.  Tutta una serie di percorsi "di base" che animavano il processo unitario delle sinistre si sono dovuti scontrare con le ragion di nomenklatura (lo dicevo loro due mesi fa, mi rispondevano "vedrai!") e ora denunciano le pratiche dirigiste delle 4 segreterie affermando, come tutte le altre volte, che questa è l’ultima volta:  li aspettiamo al varco! dicono.
Il resto è una dialettica statica che non c’è, tutto giocata su elementi effimeri che stavo per definire mitopoietici, ma poi mi son accorto che farei un complimento.
Veltroni, coerentemente, ci avvisa che il pd non è di sinistra. Ma mi dicono irritati che lo abbiam frainteso. Berlusconi riproduce ritritamente il sè stesso di 15 anni fa, evidentemente più stanco e sbiadito. Triste infine la gara ad aver l’operaio sopravissuto da metter sul bavero del cappotto elettorale.
I radicali poi che si candidano obbedendo dentro le liste di un partito che accusano di essere (parole sentite con le mie orecchie) mafioso, dittatoriale, violento, e contro il quale fanno lo sciopero della sete.
Non v’è traccia, nemmeno per finta, di grandi dibattiti culturali, di alternative sulle grandi questioni, su idee diverse della persona e delle contraddizioni sociali e globali. Una questione che appariva così "calda" come quella della laicità, è sparita dal dibattito. Non è curioso? No. L’alternativa si declina su chi farà meglio e per davvero l’unica politica possibile, con una sinistrina arcobaleno freddamente impegnata a salvare sè stessa.
L’unica cosa che mi resta da fare, è segnalarvi stancamente il sondaggio nella colonna a sinistra (sopra il banner di Liberadonna e sempre che il vostro browser lo visualizzi): voterete? e per chi?
Provo ad inserire il sondaggio anche nel post:se non lo vedete, è perchè utilizzate explorer.


RIRECENSISCO.

Sandro Mezzadra
La condizione postcoloniale

Storia e politica nel presente globale". (edizioni Ombre Corte)

Ora che lo sto leggendo, posso ribadire. Libro a tratti ostico, lo confesso, che però sto apprezzando anche perchè mi ha aperto una breccia sugli "studi postcoloniali", ambito che non avevo mai troppo approfondito. Vi rimando, oltre che alla recensione nel post precedente,  alla recensione di copertina  QUI.


OCCHIO ALLE BUFALE
Non mi pare di averne mai parlato qui.
Gira – è la versione postmoderna di una fandonia che sentivo anche da bambino – in rete una leggenda metropolitana. I non votanti vengono invitati a non votare scheda bianca o nulla perchè le schede bianche e nulle verrebbero computate (ma de chè?) nel calcolo che attribuisce il premio di maggioranza.
Questo uno stralcio della simpatica notizia che gira nei forum, nelle mailing list, nei blog "
Le schede bianche e nulle, fanno si percentuale votanti, ma vengono ripartite, dopo la verifica in sede di collegio di garanzia che ne attesti  le caratteristiche di bianche o nulle, in un unico cumulo da ripartire nel cosiddetto premio di maggioranza….(per assurdo sempre votando bianca o nulla se alle prossime elezioni vincesse Berlusconi le suddette schede andrebbero attribuite nel premio di Forza Italia".
Di conseguenza, al fine di scongiurare ciò, si invita ad andare al seggio e far verbalizzare che non si intende votare (agli effetti pratici, ammesso e non concesso che la stronata di cui sopra sia vera, non si capisce la differenza pratica dallo starsene a casa). Se vorrete nei commenti pubblicherò il resto, ma mi sa che molti di voi questa stronzata la conoscano già.
Ora, dal punto di vista del segnale politico e culturale, sul voto,  sul non voto, o su come esprimere il non voto, si può dibattere sinchè si vuole,  questo non mi interessa.

Quello che mi premeva dire è che le bianche e nulla non vengon computate in alcun modo se non come schede bianche e nulle. Vengon computati i voti validamente espressi, quanti essi siano. Ne basta uno in più dell’altro per ottenere il premio di maggioranza.
Chi vuole fare la sana ed igienica scelta di non votare può evidentemente scegliere la modalità che ritiene più consona o simbolicamente rappresentativa, ma tutte quante (aldilà di eventuali illegalità fatte in sede di scrutinio), aldilà di modificare i dati meramente statistici di affluenza, bianche e nulle, non hanno alcun rilievo attivo nel determinare un risultato o l’altro.
Può sembrare banale rammentarlo, ma la sciocchezza di cui sopra sta follemente convincendo tanti che le bianche e nulle vadano "alla maggioranza".
Potere della rete.

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

54 pensieri su “pensieri di fine settimana

  1. eppure, a me, l’idea di non votare fa star male.

  2. @ehvvivi
    si si, a me no, ma comprendo perfettamente il tuo stato d’animo, pur non essendo d’accordo (io poi questa volta voterò, e voterò sinistra critica, vedi qualche post più giù)…se ne è parlato più volte.

    Ora però non mi interessava parlare della legittimità o del valore del non voto.
    Volevo solo sfatare un mito, una notizia falsa rispetto ad un dato “tecnico”.

  3. Vorrei sapere che cosa hanno da scioperare di sete i Radicali. quando mai potrebbero avere nove parlamentari senza un altro partito che ne blindasse i candidati?
    Carolina

  4. Noto con sconcerto che il tema unico della sinistra e del centro sinistra ora centro centro è una lotta a chi candida più operai.
    Adesso propongo la ricerca scientifica agli stilisti e la pubblicazione di libri ai calciatori (in effetti quest’ultima è già contemplata).
    Il wwf, intanto, ha già iniziato la campagna contro l’estinzione dei
    contenuti.

    guccia

  5. “L’alternativa si declina su chi farà meglio e per davvero l’unica politica possibile.”
    Questa è la triste verità. Un solo obiettivo: la gestione dell’esistente, l’esercizio del potere puro e semplice. Proprio oggi, pochi minuti prima di leggere il tuo post, riflettevo sulla candidatura dell’operaio della Thyssen. Tu la chiami ironicamente fiore all’occhiello,a me sembra una bieca strumentalizzazione.
    Mi sto divertendo, a tempo perso, a curiosare tra le candidature. Ovvero, si ride per non piangere…

  6. Pure a me sembrava una sparata del tipo “dice mio cugino…”.

    Pero` mi documentero` ugualmente, perche` ormai non ci si puo` fidare di nessuno (piu` che altro perche` ste maledette leggi cambiano una volta al giorno…)

  7. Dai Bertinotti ha ritirato fuori il tema della critica alla globalizzazione e ha rilanciato l’idea di una alternativa totale all’attuale sistema produttivo. Certo so che te qualche tempo fa dicevi che la sinistra l’arcobaleno avrebbe fatto così perchè obbligata, perchè tanto ormai va all’opposizione… Però io qualche credito continuo a darglielo… non a Bertinotti e alla maggioranza del mio partito che c’hanno costretto a scelte assurde… ma all’idea di fondo si… e spero che riconoscano i propri errori almeno al congresso (quando si farà)… e si rimettano in carreggiata… in una strada che mi auguro guideremo noi…

  8. @andrea
    e chettedevo dì. Parliamo di merito e modalità delle candidature alle amministrative…dai.
    Io vorrei che il PD vincesse le elezioni e avesse bisogno di qualche voto della sin.arc., credo di sapere che accadrebbe.
    Peccato che anche avvenisse una cosa simile non potrei dire “lo avevo detto” perchè sarebe Veltroni a non chieder i voti della sinistra colorata.

    @ridanciana
    mi pare un aspetto secondario rispetto al contenuto del post…così come non mi piace il merito dell’accusa che fai ai radicali.
    In ogni caso, che posso dire.
    Mi vien da dire affari loro, nel momento in cui hanno accettato – con motivi che comprendo – di accettare il diktat e l’arroganza (alcuni tratti dela scuola PCI sono ben vivi) di Veltroni, hanno poc da lamentarsi.
    Per il resto, la loro è evidentemente ritualità propagandistica.
    Ciascuno sceglie la propria retorica, per fare propaganda.

    @oscaruzzo
    sotto questo aspetto non è cambiata mai alcuna legge.
    Anche con il vecchissimo sistema elettorale, i seggi venivan ripartiti secondo i voti validamente espressi.

    @elenamaria
    era ciò che volevo dire.
    Diliberto non è meno retorico e patetico di veltroni.In ogni caso quell’operaio era candidato in quota pdci, il bilancino resta rispettato.

  9. anonimo in ha detto:

    Posso dire che questa campagna elettorale non è entusiasmante o è cosa troppo banale e trita?

    Forse si animerà gli ultimi giorni e naturalmente durante lo scrutinio, ma mi convinco che effettivamente dura davvero troppo. In fin dei conti la campagna elettorale è o dovrebbe essere permanente nel disegnare i propri tratti di parte, tanto che si sia all’opposizione che al governo. Preferirei più informazione durante l’anno, per esempio focalizzando meglio cosa avviene in Parlamento e durasse meno la campagna.
    Anche perchè certe parodie in campagna sarebbero meno facili.
    Per dire, la legge che agevolerebbe l’apertura di piccole e medie imprese in pochissimo tempo snellendo le procedure, oggi ripresa come sua da Veltroni-Pd in nome del liberismo, è paro paro, cacchio cacchio la proposta di legge dell’ex radicale confluito come indipendente nel centrodestra, Capezzone, oltretutto legge che aveva già compiuto con Prodi il suo percorso principale, mancava solo il finale ma poi è caduto il governo…
    Ecco, se questo tipo di informazione durante l’anno, durante i lavori parlamentari, fosse più estesa, potrebbe usare Veltroni-Pd (ed anche i radicali stessi) il plagio con lo stesso metodo, con lo stesso effetto?

    Naturalmente è un esempio ma il discorso è trasversale, sarebbe stata utile ugual chiarezza ed esposizione anche per altri temi (indulto, in cui persiste la convinzione che sia scelta monomandataria di sinistra oppure altre chicche, come l’aumento di stipendi parlamentari… dopo sarebbe più complicato parlar di riduzione di spese della politica se si sa chi ha effettivamente votato in sede parlamentare..).
    Il tutto, più di una campagna elettorale lunga (e noiosa in questo caso) servirebbe a quel controllo di coerenze che, credo, ciascun elettore più o meno dovrebbe fare per scegliere consapevolmente.

    Invece questi caroselli di autobus, treni, palcoscenici con trovate mediatiche d’effetto e cornici, probabilmente innescate dalla prima “nuova” politica (non necessariamente il “nuovo” aderisce al concetto di “migliore”, eh) del primo Berlusconi, del quale credo che il Pd sia allievo, anche se allievo che supera o tenta di superare il maestro, corrisponda ad un processo di americanizzazione nel modo di far politica e propaganda che non son sicuro che mi piaccia.
    Sarà che caratterialmente sono diffidente verso i predicatori microfonati che parlano alle masse ed ancor più diffidente verso le masse che in certi entusiasmi aprioristici con necessità di appartenenze mi paiono rivelare una volenterosa e troppo facile rinuncia all’autonomia di pensiero…
    Insomma, è passato del tempo, io non c’ero, ma siccome la nostra storia identificativa come Repubblica Democratica ha un passo “indimenticabile” nel fascismo e nel populismo in cui tali entusiasmi han prodotto quel che han prodotto, continuo ad aver riserve e diffidenza.
    Sarà che caratterialmente sono disordinato, indisciplinato e polemico, ma provo sempre un po’ di inquietudine in adesività di massa… non dico di voti eh, dico di piazze e comizi, di quell’esaltazione che rasenta (o è a volte) troppo vicina al fanatismo.
    Ecco, negli Usa più che altro vedo tanta retorica americana e lì può aver senso, ma qui più che retorica a volte sembra euforia mistica, che credo dovrebbe essere manifesta in altri ambiti più propri..

    Notte.

    Alieno

  10. anonimo in ha detto:

    A sostegno della mia tesi sulla diversità del tipo di partecipazione politica, retorica a gogo per gli Usa, ma timore di isterìa collettiva qui, dico che negli Usa tutto sommato, non so questa volta, ma le precedenti più o meno andavano a votare poco più del 50% degli elettori…
    Alieno

  11. In effetti nei testi della legge 270 del 21 dicembre 2005 e del DPR 361 del 1957 (che dovrebbero essere le norme che regolano l’elezione della camera) non trovo cenni all’uso delle schede bianche o nulle; parlano sempre esclusivamente di voti validi.

  12. Una campagna elettorale come questa mi fa un solo effetto: non aver alcuna voglia di andare a votare. Berlusconi ieri ha dato il peggio di sé nel gesto del programma avversario (avversario?) stracciato; Veltroni non è né carne né pesce e no è stato neppure capace di coniare uno slogan originale… Escludendo a priori La Destra e i vari micropartiti centristi, rimarrebbe la Sinistra Arcobaleno, ma le perplessità intorno a certe scelte (caso operaio Thyssen) sono molte. L’unica certezza è che verranno spesi milioni di euro per un voto francamente inutile e antidemocratico, con due contendenti principali che invitano a non votare per gli altri, usando espressioni come “voto disperso” o altre simili amenità. Che schifo!
    Continuo a sperare, ma con sempre meno convinzione, in tempi migliori…
    Ciao, Massimo

  13. FrancaFranca in ha detto:

    “Triste infine la gara ad aver l’operaio sopravvissuto da metter sul bavero del cappotto elettorale”.
    Su questo concordo in pieno.
    Per il resto mi ritrovo abbastanza nel commento di “andrij83” e resisto in trincea fino al congresso…

  14. @franca e Andra
    Auguri per la vostra..trincea.
    @the prof
    bè, oltre alla sinistra arcobaeno c’è il salutare non voto, c’è sinistra critica, c’è il pcl.
    @oscaruzzo
    su queste cose difficilmente sbaglio.
    Però sta cazzata mi sa che la credono in tanti.
    @alieno
    vero quel che dici sull’astensione negli USA. Chissà se quando parlano di bipartitismo perorandolo tengono conto anche di questa variabile strettamente connessa al bipartitismo.
    La campagna elettorale è così banale e trita che è trito persino dirlo.
    VOTATE IL SONDAGGIOO

  15. Lukino anche a me il mio sindaco, ex diesse, mi ha quasi pubblicamente lapidato per avergli ricordato che il pd non è di Sinistra.. Io attendo veltroni e il suo pulman al varco 😀

  16. anonimo in ha detto:

    In un sistema bipartitico e con premi di maggioranza, l’assenteismo dalla più vasta partecipazione politica, non rappresenta una preoccupazione, anzi.. si può giocare in campagna per smuovere nel proprio alcuni voti elettorali, ma anche per indurli a non votare, quelli che non accetterebbero mai di cambiare sponda per venir nella propria e che sentono di non aver dunque alcuna alternativa in un dualismo. Ed è appunto quel che accade dove c’è quel sistema, tanti non votano. Quindi senz’altro come dici ne tengon conto di questa variabile, certo non la pubbilcizzano, perchè stride un po’ con quegli slogan che vogliono “Un Grande Paese di qua”, “L’italianità di là” che disegna invece ottimismo partecipativo ed entusiasmo festante ed orgoglioso come uno spot di telefonia, dove le Tribù sono milioni, dove tutto il Paese è ospite di Totti e consorte e si voglion bene e quindi si esalta sempre il Tutti ed il Tutto, ai quali spalancare gli occhi di meraviglia aggregandosi nella felicità. Insomma, l’idea è sempre la stessa dello spot. Tutto gira tutto intorno a te e dal bel presepe pubblicitario sparisce la rappresentazione di quelli al quale non sono sono consci che niente o poco gira intorno a te, ma forse qualcuno ti sta prendendo in giro e soprattutto quel che certamente gira, al massimo, son le palle…
    ;-))

    Alieno

  17. come vuoi. ti segnalo che da me è passato Bruno, uno della Sinistra Critica di Roma. sarebbe bello interloquire con lui online.
    A presto
    Carolina

  18. anonimo in ha detto:

    finalmente son riuscita a vedere il sondaggio e votare.
    La campagna elettorale la sto seguendo veramente poco, perchè sono molto stanca di sentirli parlare, solo il giovedì, se posso, guardo la tv.
    Probabilmente voterò scheda nulla; le bianche, mi dicono, sono in certi casi utilizzabili.
    laura

  19. Io farò assolutamente scheda bianca.

    A presto anti clericale!

    😛

  20. @sardu e laura
    però non avete votato il sondaggio, direi.
    @laura
    se ti riferisci a quel che credo, no: le bianche non sono utilizzabili.
    Credo tu ti riferisca a ciò che racconto in chiusura di post.
    Che poi si possan fare cose tipo votarle nottetempo, è altra cosa, che rientra nella legalità, ma allo stesso modo si possn scriver verbali falsi, o distrugger alcune schede, verbalizzarle come deteriorate e votarne di altre, eccetera.
    Tecnicamente, le bianche non hanno alcun utilizzo.

  21. @tuya
    il tuo sindaco non legge el pais!
    @alieno
    stavolta…sono d’accordissimo.

  22. finalmente ho visto il sondaggio, e ho votato: i risultati sono di quelli che rivolterebbero il mondo come un calzino! 🙂
    ma temo ahimé che gli amici del tuo blog non rispecchino la maggioranza dei votanti, in ogni caso non smetto mai di sperare.. (persino che il PD abbia bisogno dell’Arcobaleno, che l’Arcobaleno si accorga di Sinistra Critica, e anche che Sinistra Critica faccia un unico raggruppamento con il PdLC)
    io sono un’ottimista nata
    un saluto!

  23. sono entrato in politica con tanta passione per la sua parte organizzativa ed elettorale istituzionale.
    Sono arrivato ora a concepire un pensiero di superamento di questo sistema di democrazia falsata.
    Si,per il tuo ego ti dico che in parte è anche merito tuo e delle cose savie e per nulla pleonastiche che scrivi,ma anche perchè reputo che manchi a livello istituzionale una vera forza popolare e di sostegno alle lotte e rivendicazioni di classe.Mi fa piacere che andrej 83 creda ne progetto della sinistra arcobaleno,ma a mio avviso i finanziatori della guerra in afghanistan non hanno più il diritto di porsi come avanguardia del popolo di sinistra.
    La crescita reale del pcl non è il parlamento,ma dobbiamo fare attività sociale nel tessuto sociale cittadino.
    L’elezione è un passaggio ,un mezzo per ampliare il nostro messaggio.
    Insomma mi sto rompendo i coglioni dei raffinati calcoli,delle nuove inebrianti politiche della sinistra parlamentare.Speriamo nel buon risultato del pcl e di sinistra critica,cioè forze + o – sovversive..boh!

  24. @giovanotta..però il tuo voto non lo vedo….spunta sulla tua scelta e poi clicca nel riquadro sopra risultati.
    Sul resto..ti direi cose già dette.
    @viga
    grazie!

  25. Ho votato. Non faccio parte della maggioranza, qui e, credo, neppure altrove. Sono nel 5,88 % ma non con Veltroni. Però, una votazione così mi farebbe venir voglia di ripescare il certificato elettorale. Ops…
    😉

  26. Mai come quest’anno sono convinto di non votare. Ogni volta è sempre peggio !

  27. Già… Almeno su questo non potevi dire “lo avevi detto”. Veltroni già sa dove prendere i voti…

  28. E’ possibile che la cosa derivi dal fatto che in qualche elezione amministrativa (magari nel passato), le schede bianche (sicuramente non le nulle) fossero conteggiate al partito di maggioranza?

    Comuqnue nel dubbio, per non far comparire voti nella notte, annullate 😉

  29. anonimo in ha detto:

    …mi riferivo alla più facile utilizzabilità nottetempo.
    Mi pare di aver votato!
    Laura

  30. @elenamaria
    non votante, suppongo…
    @andrea
    eh no…non potrò..ma non per ragioni che sconfesserebbero la mia idea, diciamo.
    @simo
    scelta salutare, come ho detto.
    @straygor
    Non è mai avvenuto ciò.
    @laura
    in quel senso si, ma sai, se mettiamo nel conto manovre truffaldine, non c’è tecnica che tenga.

  31. io ho dubbi che sappia leggere. punto. Bacino e buona settimana :*

  32. l’avevo fatto.. e ora usciranno escono due voti per lo stesso 😉
    ciao

  33. @tuya….hai votato il sondaggione?

  34. no non ancora…. sto ancora in fase di meditazione…. Letti i programmi e i candidati e non c’è nessuno di cui mi fidi o che mi rispecchia…. [senza contare la gita prenotata] Ma devo ancora leggere i candidati del pdl per capite la mia coscieneza cosa ne pensa -.-‘

  35. anonimo in ha detto:

    @tuya
    capisco perfettamente.
    Quando avrai scelto però ricordati di questo misero blog!
    moltitudini

  36. piccolo vanto:sul sondaggio del manifesto il mio partito il pcl è aumentato del 0,3 %,purtroppo i compagni di sc hanno perso il 3 %.Dispiace.

    Infine,per evitare confusioni spiacevoli ..Mi devi dare una conferma
    Assodato,per voce dei compagni bloggers del pd,che entrambi giochiamo contro il pd e quindi automaticamente per berlusconi..mi devi mettere per scritto in che ruolo giochi..Mica che poi siamo tutte e due in difesa,all’ala,in porta..così posso esser anche più preciso con i compagni del pd,che finalmente sapranno quale è il nostro gioco..io odio la zona,sn x il catenaccio!E tu?

  37. Che significato ha andare al seggio per poi dire non voglio la scheda! Tanto vale starsene a casa. Ho visto che hai inserito un sondaggio e volevo chiederti se effettivamente è gratuito, perchè io ho provato ma battono cassa, se mi puoi spiegare come hai fatto. Un salutone, ciaooo

  38. @viga
    sono da sempre un terzinaccio.
    Visto che gli anni passano, potrei retrocedere a libero…
    @lotta di classe
    (si, è gratuito, ti ho mandato messaggio)
    Mah, al limite se lo si facesse in tanti può aver una valenza politica, se diventasse fenomeno.
    Ma questo è un altro discorso.
    Chi dice di fare così perchè sennò si aiuta “la maggioranza” dice una cazzata.

  39. anonimo in ha detto:

    Dunque, leggo dal manuale (usato) ediz. economica di interpretazione sondaggio Moltitudini trovato ad 1 Euro (+ 15 Euro di spedizione) su Ebay:

    1) I dati rappresentano fedelmente le posizioni degli elettori che orbitano intorno al blog di Moltitudini.

    2) E’ anche possibile dedurre la situazione generale a livello nazionale, basta cambiare l’ordine dell’elenco delle liste.

    3) La parte che spiega meglio l’ordine delle liste con relative percentuali nazionali sarà pubblicata nella nuova edizione con uscita prevista il 13 Aprile.

    Ah, ecco… lo sapevo che non dovevo fidarmi di Ebay…
    🙂

    Alieno

  40. che dici! l’ordine dell’elenco vede il PDL primo! Ti riferivi ai risultati, semmai, quelli parziali del mio scientificissimo sondaggio (cmq i non votanti mediamente sono molti di più di quelli attualmente rappresentati dal mio sondaggio).
    Ma tu hai votato?
    E’ ancora tropo presto…su.
    😉

  41. guarda sta squadra di chi “gioca a favore della destra” s’ha da fare.Abbigliamento,simbolo,chi volesse partecipare-virtualmente- è ben accetto, io allora mi prendo per il momento la porta

  42. anonimo in ha detto:

    Si, ho votato come da tua richiesta, come partecipando ad un gioco, in realtà tenendo aperta la possibilità di un ripensamento fino all’ultimo.
    Voglio dire, è necessario per me aspettare il più possibile, ma è un trucchetto psicologico che mi concedo nell’illusione di potermi preservare più tempo possibile dal pentimento e dall’eventuale delusione, che in politica si manifesta praticamente sempre, cambia solo la misura.
    Ed anche come sana regola di conservazione, almen nella forma, dell’autonomia di pensiero.
    E pure perchè le bordate più grosse arrivano negli ultimi giorni di campagna elettorale, già si vede il trend un po’ meno soft.
    E son d’accordo, credo, sull’abbandono dei toni soporiferi e finti di cortesia, perchè in una competizione tutto sommato è simpatico che prima e dopo la conclusione della gara i concorrenti si riservino un codice di civiltà e lealtà ai risultati, ma dentro la competizione devono darsele di santa ragione con ogni mezzo, anche ai limiti della squalifica per vincere, ehehe.

    Soprattutto mi riservo apertura fino all’ultimo per sfiducia in genere sull’umano genere, non sai mai le cose che posson saltar fuori in ogni momento, facendoti vergognare della scelta adesiva.

    Con Ciarrapico ho sudato freddo, infatti…
    :-S
    In ogni caso a me piace recitare il ruolo del cane sciolto, tendenzialmente randagio..

    Comunque ho votato il tuo gioco-sondaggio certo, l’ho già scritto. Immagino d’essere l’unico tuo frequentatore che ha fatto opzione per il PdL, la percentuale è rimasta ferma allo 0,0 …
    🙂
    Se dovessi all’ultimo cambiare idea, davvero non saprei quale alternativa, per quanto ci pensi.

    Alieno

  43. Alien..perdonami..rivota perchè non è stato conteggiato. 🙂

  44. anonimo in ha detto:

    Sicuro che sia utile che voti adesso? Potrei anche pentirmi più qua o votare altro o non votare poi…
    un vero rapporto di fiducia nella politica di partito ieri e di coalizioni oggi non c’è e non c’è mai stato.
    Dunque se hai un termine ideale per la conclusione del sondaggio fammelo sapere, voterò all’ultimo istante.

    E’ un peccato che nel centinaio di liste presentate (quella degli impotenti e degli amici del gioco di azzardo mi han fatto sganasciare), non ci sia quella della lista Ikea.

    Secondo me avrebbe avuto successo strepitoso, colonizzando l’elettorato come fa più o meno con famiglie e single che costringe a raduni oceanici ogni fine settimana che coalizioni e partiti si sognano.

    Certo, si potrà dire che l’aspetto programmatico non sarebbe serio, ma mi pare che ci sia un’ampia rappresentazione di egual questione altrove.

    D’altra parte son sicuro che in campagna elettorale potrebbero venderti qualsiasi cosa.
    Perchè non può esser altrimenti con chi riesce a venderti anche sassi e pietre qualsiasi (spesso pure finte in resina, pasta di vetro o chissà che altro), per cui una manciata costa anche 5 Euro!
    Niente è impossibile a chi riesce a far questo.
    Ugualmente si deve riconoscer a chi ti vende un pancale da imballaggio fatto da qualche asse di legno grezzo incrociato spacciandolo come letto “minimalista” e naturale, sano e desiderabile.

    O chi non solo ti vende qualcosa magari di assolutamente inutile, ma pure ti convince che è figo montarselo da soli, nonostante poi si sprechino i moccoli in casa perchè le istruzioni non spiegano perchè avanzino o manchino pezzi e viti ed oltretutto sono così apparentemente semplici che non puoi nemmen dirlo apertamente, perchè passeresti da stupido.
    Ma questo è niente, perchè il fai da te te lo infila perfino nel prender un gelato, che ti devi fare da solo tra leve e pulsanti, ugualmente cercando di simulare destrezza per non passar da idiota.

    🙂

    Alieno

  45. Alieno
    Ti pensavo meno indeciso!
    QUalche giorno, dai.
    la lista ikea? Magari: ammiro le società scandinave!

  46. anonimo in ha detto:

    D’accordo, aspetto qualche giorno allora, hai visto mai che se ne esce qualcuno col saluto fascista a farmi vergognare da quella parte con la sua improponibilità prima della campagna. Ma perchè i fascisti del centrodestra come Ciarrapico non se ne stanno zitti e calmi prima della fine della campagna elettorale come tutti gli altri? E come fanno gli pseudo-comunisti e pseudo-cattolici nel Pd? Si aspetta dopo, mica si fa casino prima eh! :-)))

    Mi ricorda la barzelletta di Pietro e Gesù, questo Ciarrapico che se ne esce con simili esternazioni fuori luogo…

    Anzi, la scrivo va.

    C’è Gesù che comincia a camminare sulle acque, poi si volta indietro verso gli apostoli e dice: “chi mi ama, mi segua!”.
    Gli apostoli dietro, Pietro ultimo (è il Pierino nelle barzellette).
    Solo che gli apostoli dietro Gesù camminano placidamente sulle acque come il Maestro, mentre Pietro affonda fino alla caviglia.
    Al che Pietro: “Maestro… Maestro… non mi riesce, ho l’acqua alle caviglie..”
    Gesù: “Abbi fede, Pietro, e seguimi, abbi fede!”.
    Ma mentre gli altri incedono sulle acque, Pietro continua ad affondare:
    “Maestro, Maestro… ho l’acqua alle ginocchia…”
    Gesù: “Abbi fede, Pietro, abbi fede e seguimi come i tuoi fratelli!”.
    Acqua ai fianchi e Pietro, preoccupatissimo: “Maestro, perdonami… ma l’acqua mi arriva ai fianchi..”
    Gesù: “Abbi fede, Pietro, e seguimi”.
    Acqua al torace e Pietro insiste, disperandosi: “Maestro… scusami ma…non so ma a me non riesce come agli altri fratelli..”
    Gesù: “Abbi fede, Pietro, abbi fede”, dice un po’ scocciato, con un mezzo sorriso..
    Mentre Gesù e gli altri discepoli proseguono sulle acque, Pietro ormai affonda fino alla gola, al mento, per cui reclinando il capo, preoccupatissimo, fa:
    “Mae..stro..bl.. ho l’acqua allblbl alla go..la”, dice cercando di non bere troppo.
    Al che Gesù si gira scocciatissimo e risponde:
    “MA ANCHE TU, PIETRO! ù
    E CAMMINA SUI SASSI COME TUTTI GLI ALTRI, NO?”
    :-))

    Ancora più Ot (ma non è barzelletta purtroppo):

    < DIRITTI UMANI: LA CINA NON PIU' NELLA "LISTA NERA"
    WASHINGTON – La Cina non è più nella lista nera Usa dei paesi che compiono maggiori violazioni dei diritti umani, rivela un rapporto annuale diffuso dal Dipartimento di Stato. Ma la Cina continua a negare alla sua popolazione diritti umani di base – afferma il rapporto – e continua a torturare i prigionieri. La lista nera stilata dal Dipartimento di Stato comprende quest’anno Corea del Nord, Birmania, Iran, Siria, Zimbabwe, Cuba, Bielorussia, Uzbekistan, Eritrea e Sudan. La Cina era stata inclusa negli ultimi due anni in questa lista dei paesi che compiono maggiori violazioni dei diritti umani. Il documento del Dipartimento di Stato segnala notevoli miglioramenti sul fronte del rispetto dei diritti umani in quattro paesi: Mauritania, Ghana, Marocco ed Haiti.>

    Beh… si vede che le Olimpiadi si avvicinano eh?
    Che tristezz…

    Ciao e buona serata.

  47. azz… ho perso la possibilità di votare il sondaggio… sono arrivata in ritardo ;-))

    ma te lo lascio qui (per quello che può valere..) è Sinistra Critica

  48. E’ vero! Qualche giorno fa ne ho sentito parlare al bar sotto casa da un tipo ritenuto anche abbastanza attendibile nel quartiere: e gli astanti prendevano anche appunti circa la dicitura precisa della normativa! Mi veniva da ridere, l’avevo già letto in rete, non ricordo dove!

  49. uooo…ho risposto al sondaggio ;D

    un altro partito ora ha un voticino (credo l’unico) 😉

    quale sarà?

    negative

  50. anonimo in ha detto:

    Idv? 🙂

    Alieno

  51. Ovvio..negative vota IDV..:)
    Anche se non ero certo che avresti scelto Di Pietro, questa volta….

  52. ma guarda, sono per la filosofia del male minore…
    sinceramente per le questioni sulle quali lo avevo votato in precedenza non mi ha deluso, ha candidato persone che apprezzo e romperà le balle per le giustizia (sempre che vincano).

    un saluto 😉
    negative

  53. Non credo che vincano….

  54. neppure io.
    altri 5 anni col mal di pancia 😦 uff

    negative

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: