m0ltitudini

da bambino giocavo con le pentole

AUTOGRILL

E’ proprio vero. Le città, le strade, ancora di più le autostrade, per non parlare delle piazzole degli autogrill…c’è sempre meno sicurezza. Se ti fermi all’autogrill e vedi un agente della stradale, niente panico, stai calmo, e chiama i carabinieri.
O viceversa.
E attenti ai colpi di sonno.

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

31 pensieri su “AUTOGRILL

  1. …quello nella foto sta tirando pietre dal cavalcavia, immagino…

    Che dire? Comunque sia andata è una storia allucinante, così come sono allucinanti:
    la reazione ultras,
    i commenti sentiti ieri,
    la scarsissima conoscenza del modo di pensare ultras da parte di chi ha deciso di giocare ugualmente ieri

    Decisamente una brutta domenica.

  2. Il calcio è malato.
    (una delle cazzate tipiche in questi casi. Perchè il calcio sta altrove, nell’iperuranio).

  3. no no! sai bene che quando nella stessa piazzola o piazza si ritrovano poliziotti e carabinieri non riescono a coordinarsi e fanno un gran casino! 😉

  4. ahha..
    beh in realtà il problema non si pone perchè i carabinieri in autostrada mi pare che non abbiano titolo ad intervenire…
    E’ un bel casino.

  5. eheheheh…
    bel post. sintetico e pungente.
    non sembra manco tuo.

    sul resto non mi pronuncio.
    rischierei di essere davvero pesante.

  6. Oggi con la tua sintesi sei stao più chiaro dei telegiornali e dei tanti bla bla televisivi!
    Un saluto e spero di vederti Sabato alla manifestazione.
    Angela

  7. Gli ha detto male al poliziotto che nessuno avesse estintori a portata di mano…

  8. se chiamo i caramba,mi sa che accidentalmente e non per volontà loro,mi sparano sia gli uni che gli altri
    Leggi speciali per i sbirri assassini?Non ho sentito i forcaioli di casa nostra su questo punto!

  9. Espelliamo i poliziotti dall’Italia!

  10. Almeno l’hai scritto con ironia, in mezzo ai troppi che su queste cose si prendono sempre troppo sul serio.
    Buongiorno.
    Daniele

  11. Molto sintetico ed efficace, Giulia

  12. E gia (non lo manifesto molto sul blog) ma sono un compagno “malato” di quei colori magici che ci fanno venire i brividi eh eh… ciao

  13. Una storia davvero stravolgente… io sono senza parole. Ho detto la mia da Viga.

  14. Credo che la polemica sulla decisione di giocare rischi di spostare davvero la messa a fuoco della situazione eccessivamente sul calcio.
    Alle forse dell’ordine, come si dice a Roma, parte spesso, troppo spesso, la brocca. E’ questa la questione da affrontare ma non mi pare che ci si voglia arrivare.

  15. Ottima sintesi!

  16. Purtroppo i poliziotti, spesso sono persone, non equilibrate, a volte sono ex-scansafatiche-, ne ho conosciuti diversi, non è un pregiudizio il mio. Dovrebbero essere anche preparati dal punto di vista-psicoanalitico-invece sono solo al servizio di chi comanda. Negli anni ’70, vi erano tanti poliziotti che erano compagni, e votavano PCI, ed erano organizzati nel sindacato. Pasolini, ai tempi, di loro diceva, rivolto a chi li attaccava precostitutivamente come dalla parte dei padroni, di stare attenti, perchè anche loro(poliziotti) sono dei proletari, quindi di non regalarli alla borghesia attaccandoli. Ma, oggi, le cose sono cambiate in peggio, quindi tutte le categorie sociali andrebbero meglio analizzate. Una cosa è certa, quel poliziotto ha commesso un omicidio di sua volontà! Ciao.

  17. poi questo sul cavalcavia mi fa ancora più paura!!!

  18. @missmeletta
    eh si..è inquietante…me ne rendo conto!

    @SaR
    come battuta direi…votavano PCI? Allora non erano compagni!
    Seriuamente…quella posizione di pasolini non mi è mai piaciuta.

    @straygor
    grazie.
    @elenamaria
    d’accordo.
    @oscillante.
    ho letto!
    @macca
    beh..anche dirla con ironia non significa non dirla..”seria”. 😉

    @maratoneta e Giuba47
    grazie!
    @leleravera
    felice di averti incontrato nella rete.
    @ulive
    è pronto un decreto, credo.
    @viga
    ed allora cerca uno steward!!!

    @da0a10
    vorresti dire che di solito sono prolisso??
    @andrij
    però ci han provato lo stesso a raccontarla…

  19. Per le divise ho da sempre una certa repulsione, dal punto di vista formale e contenutistico.Del caso specifico potrei scrivere d’impulso, e forse un pò prevenutamente, magari esagerando, quindi evito.Una cosa però è certa: il far west è alle porte, allo stadio e nelle periferie, in provincia e nei grandi centri, nelle scuole e sui posti di lavoro.C’è da un lato un disagio esistenziale palpabile, frutto di uno smarrimento complessivo, dall’altro una pericolosissima sete di repressione, di difesa ad oltranza dei propri spazi vitali, una volontà diffusa, alimentata certo da politica e media, di “mettere ordine” in maniera univoca e astratta al tempo stesso.Speriamo in bene, caro mio!

  20. neanche un buon Camogli o un Capri ci fanno più mangiare in pace 🙂 a parte gli scherzi, viviamo momenti di follia pura, per fortuna c’è chi resiste.. ci si vede a genova

  21. Luca siamo in due allora!A dissentire sulle parole di Pasolini e i sbirri.

  22. AnelliDiFumo in ha detto:

    Lungi da me difendere l’assassino in divisa, ma penso sia vero che tra la vittima e il suo assassino il più vicino (o meglio: il meno lontano) alla definizione di “proletario” è probabilmente l’assassino.

  23. @Anelli
    mah.
    Boh.
    Ma se anche fosse?
    Che vuol dire?
    Mi pare di scorgere una riproposizione del celebre scritto pasoliniano.
    Ma mi pare in ogni caso inappropriato.
    Qui però non stiam nemmeno parlando di un “giovane” che ha aggredito un poliziotto ma di un poliziotto che, proletario o no, ha sparato a braccia tese ammazzando uno che dormiva.
    Anelli, non capisco.

  24. E’ proprio vero, non c’è più sicurezza, con tutti questi esaltati con la divisa in giro non si può più uscire di casa tranquilli. Buon fine settimana anche a te! Io continuerò la mia dura lotta con i farmacisti…

  25. Ma la definizione “proletario”, oggi, a cosa corrisponde?
    Possessore soltanto di prole, ovvero di figli?
    Sfruttato dal capitale?
    Potenziale rivoluzionario in lotta per un’organizzazione sociale che si fonda sull’associazione libera di chi produce e non sulla proprietà privata?
    Emarginato?
    Defraudato?
    Poveraccio avviato ad una presa di coscienza?
    Ad esempio…
    http://www.aprileonline.info/4614/in-morte-del-proletariato

  26. @elenamaria
    si, infatti.

  27. credo che dovrebbero chiudere gli autogrill per almeno una settimana.

  28. cattiva1981 in ha detto:

    Giustizia per Gabriele, ma è un post di cattivo gusto. La verità non la sapremmo mai. Quella che verrà fuori sarà solo quella più accomodante per le vittime o per i colpevoli. Essere ultras poi non è vero che è uguale ad essere come quelli che hanno sfasciato la curva nord di Bergamo o han fatto casino a Roma e a Milano. Quelli sono la minoranza, ma fanno un sacco di rumore, perchè purtroppo c’è chi il rumore glielo fa fare e gli fa comodo che lo faccia. Io sono nell’altra frangia del tifo, ma quando ho provato a dire la mia, mi hanno piegato. Ma non spezzato. E questo loro non lo sopportano. Nemmeno adesso

  29. cattiva1981 in ha detto:

    PS: come non tutte le Forze dell’Ordine sono pistoleri del Far West. Esiste anche gente che ti salva il culo tutti i giorni e non lo sai. Loro lo fanno lo stesso, anche se non prendono un c**** o poco più di mille euro al mese.

  30. anonimo in ha detto:

    Forse mi son perso qualche passaggio…
    tuttavia, da quanto ho capito, quell’auto in cui c’era il ragazzo ucciso dal poliziotto che per delinquenza o follia (non ho seguito tutta la vicenda..) spara facendo attraversare al proiettile 4 corsie (davvero rassicurante per chiunque si metta in strada…), beh, quell’auto stava scappando.
    E stava scappando dopo una rissa o una sorta di agguato di dementi che hanno presunzione di chiamarsi pure tifoserie ecc.
    E mi risulta che quei “bravi” ragazzi avessero pure coltelli e pietre (presumo non rimasti in tasca lavorando in miniera..).
    E mi risulta che proprio quel ragazzo (Gabriele?) avesse già avuto precedenti riguardo al suo personale (in effetti mica tanto personale pare, da quel che è seguito poi e dai precedenti tipo quelli di Catania ecc) modo di intendere sport e tifo sportivo ed altri bellissimi valori della vita.
    E mi pare che il provvedimento (se non erro quello di non potersi recare negli stadi per qualche anno) sia stato proditoriamente revocato da un qualche magistrato. Fatto tristissimo perchè probabilmente con un bel provvedimento di custodia cautelare oggi sarebbe vivo. Oppure legato alla sedia, soprattutto legato con le mani, per non fargli avere tentazioni di far tifo o di frequentar certo tifo, ma tant’è…
    Nessuno merita la pena di morte, a mio avviso (o meglio, la meritano alcuni, ma non merita la società di farne strumento, avvilendosi a tanta superbia intrisa di inciviltà o viceversa), tanto meno questo ragazzo, ancor meno così, in questo modo assurdo. Sarebbe stato molto meglio prenderlo a calci nel sedere a scopo educativo, ma la morte e così assurda, poi, amministrata da un fanatico o incompetente che sia, che ha il ruolo di evitare che accadano simili follie e per questo riveste con la divisa quel ruolo, non si può sentire. Certo non si può rapportare la demenza delinquenza di uno o più poliziotti con uno o più tifosi ultras dementi, il rapporto di forze rende subito ridicolo il paragone. Sarebbe come paragonare i crimini compiuti dalle forze dell’ordine con quelli compiuti da rumeni. Non si può generalizzare perchè il paragone è ridicolo, quantitativamente.
    Purtroppo, con mio sommo mistero (disprezzo il calcio, o meglio, ciò che rappresenta e ciò che lo circonda da tempo immemorabile, sentina di vizi e di pessimi valori socio-educativi qual’è, per non parlar dei modelli che offre alle menti più acerbe…), il mondo del calcio pare essere inaffondabile e si può permettere di uccidere o ferire impunemente o quasi, dimostrando una potenza inaspettata.
    Forse ho più ragione di quanto pensi nel dire da decine di anni che il calcio è il vero oppio dei popoli.
    Sinceramente non capisco nemmeno perchè migliaia di poliziotti debbano essere stornati per queste inutilissime e diseducative partite di calcio (magari poliziotti malpagati, pagati in ritardo, che si autofinanziano per scarsità di mezzi essenziali nello svolgere il proprio servizio ed altre cosette indegne di un Paese civile.

    Il fatto è questo. Questi tizi sono andati a far rissa e agguati per motivi di “tifoseria” (leggi demenza allo stato puro).
    Finchè si ammazzano tra loro tra calci, sassi e coltelli tutto bene, pare, ma poi è arrivato l’uomo con la pistola.

    E quando un uomo con la pistola incontra uno con un sasso, l’uomo col sasso…

    Tristezza.
    Spiace che sia morto. Umanamente è una tragedia.
    Sono certo che ora è nei verdi pascoli o nella luce celeste o comunque in mondi più felici, con maggior consapevolezza. Probabilmente a rimproverarsi di non aver impiegato il proprio tempo in attività più interessanti e utili a se stesso e agli altri. Come riordinare il cassetto delle mutande o contare le caccole sopra il mezzo millimetro di diametro (qualsiasi cosa era meglio che far quel cazzo di sortite volendo).
    Facendo un bilancio, direi che potrà dirsi quanto sia stato stupido e, se così non fosse, glielo direi affettuosamente io, dolorosamente perchè il prezzo pagato è stato troppo alto e non c’è un’altra possibilità, che umanamente vorrei concedergli.

    E per quanto riguarda il poliziotto demente, beh… arriverà anche il suo momento per fare un bilancio, per aver consapevolezza di essere stato forse (non ho seguito e non so se è volontariamente killer, mettiamo sia così) ben poco umano e molto bastardo. Ovvero Ocib (One cop is bastard) con offesa anche per tutta quella brava gente che fa il suo stesso lavoro con dignità, passione, professionalità, onestà e sacrificio. E ne conosco qualcuno, che subirà un bel danno di immagine.
    Nel caso si accerti la responsabilità volontaria e non colposa del tizio pistolero, consiglio caldamente (secondo me sarebbe dovuto) alle forze dell’ordine di costituirsi come parte civile, offesa e di chiedere i danni.
    Idem dovrebbero fare i tifosi seri verso i tifosi bastardi. E sono davvero tanti, purtroppo.

    Buonaserata.
    Alieno

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: