m0ltitudini

da bambino giocavo con le pentole

L’EDITTO
DI ROMA


A questo punto prender la parola sull’ennesimo atto fascistoide di cui è protagonista la cricca vaticana, pare quasi banale.

Allo stesso modo, osservare basiti le supine e deferenti reazioni da sinistra a destra.
Andrea Rivera, non ha nemmeno fatto satira. Ha fatto affermazioni oggettive.
L’Osservatore Romano gli da del terrorista. Così, come se niente fosse. E lo può dire con tutta l’autorevolezza che gli vien riconosciuta dai vari servi pronti a togliersi il cappello.

Che manchi il senso della misura e delle proporzioni è evidente a chiunque abbia ancora qualche sinapsi in buono stato.
Invece che fare pernacchie alla scomposta e ridicola reazione del giornale del papa, ecco Prodi che da a Rivera dello "scriteriato" (!!!) Bertinotti che invece che difender la libertà di dire cose banali, afferma -riferendosi a Rivera – che è bene "tacere", ed i tre capi della triplice sindacale di regime non solo dissociarsi da quelle affermazioni, ma addirittura dichiarare di volerlo denunciare per danni (oltre a sostenere incredibilmente che l’iniziativa sindacale del primo maggio "non è fatta per fare politica").

Quali differenze con il cavaliere dell’editto di Sofia, non so.

Non che da questa ridda di servi mi aspettassi granchè, ma il livello di isteria della reazione (reazione in senso proprio) stupisce un po’ anche me.
D’altra parte questo è il modo con il quale questi leccaculo si relazionano con tutto ciò che non è allineato: addirittura la CISL licenzia i dipendenti che non votano secondo diktat in occasione del rinnovo della segreteria di categoria.
Ripeto: la Fisascat (CISL cmmercio) di Milano ha licenziato due dipendenti perchè non hanno votato il candidato indicao dai capi. Come è noto,  sindacato e nei partiti, per legge non vige la giusta causa.
Stessa razza infame dei Cofferati, o dei Pezzotta, che del dissenso ha un’idea tutta sua anch’egli. L’ex segretario CISL infatti si è scandalizzato per l’indizione del controcorteo "orgoglio laico" del 12 maggio, anche in queso caso, non per il merito dell’iniziativa, ma perchè è gravissimo il fatto in sè che qualcuno faccia quella manifestazione, quel giorno. Curiosa idea della democrazia.
Questi son quelli che poi vi metton berrettino e fischietto in mano per andar in piazza contro Berlusconi.
Poi ci son quelli che vi chiedon il voto.
I candidai dell’Unione alla carica di sindaco e presidente della provincia di Genova , ad esempio. La prima, super Marta Vincenzi, che si affanna a precisare che la presa di posizione dell’europarlamento dei giorni scorsi non si riferisce affatto a Bagnasco, ma solo alla destra polacca. Il secondo, il democristiano Repetto, che – aderendo ad una campagna lanciata dalle pagine locali de Il Giornale – toglie il contributo ad un mensile fatto da studenti universitari perchè blasfemo (vi lascio immaginare di qual blasfemia posson essersi macchiati).
A questo proposito…in questi giorni ho visto alcuni spot di candidati delle liste dell’Ulivo: c’è gente che vedevo nelle tv locali quando ero bambino parlare a nome della DC edel PSI de tempi d’oro, altri che sino a ieri stavano in forza italia (Menini, oggi sdi) o che guidavano le crociate antri immigrati a nome di liste locali di destra (Fallabrini, oggi candidato nei "verdi", ieri al seguito di un vecchio fascistoide locale, Castellaneta, uno che al suo alzheimer deve la sua tarda e breve ma brillante carriera politica).
Il tutto coronato una candidata sindaco che, come se fosse esponente di uno schieramento all’opposizione sino ad oggi, e non al governo della città da sempre, utilizza come slogan "una nuova stagione".

Vabbuò..il mio sondaggio sta per scadere, chi non ha espletato…voti. 🙂

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

32 pensieri su “

  1. anonimo in ha detto:

    Non centra tanto. O forse sì. Un amico mi ha segnalato ‘sta cosa…
    sostienilamadeleine@newsonstage.com

    quella dei gatti

  2. I sindacati confederali…anche loro parrocchie di regime. 🙂
    Vero.

  3. Che dire, sono servi nel midollo!

  4. Io penso che ognuno possa dire quello che vuole. Il problema vero, a mio parere, è il fatto che ogni “santo” giorno i telegiornali riportino dichiarazioni del Papa. Magari solo un flash, senza servizio, solo lettura di un comunicato stampa della segreteria vaticana e nessuno dice nulla. Si fanno tante pippe sul tempo che i politici stanno in tv. Ci deve essere una sorta di equilibrio da c-d e c-s, ma nessuno dice nulla sul Vaticano.
    L’altro giorno, esempio banale, notizia: il Papa scrive alla Merkel per dirgli che al prossimo g8 dovranno parlare di come sconfiggere l’Aids, la lotta alla povertà…
    Primo, sono decenni che noi new-global, no-global, comunisti, anarchici, ribelli, disobbedienti, terroristi, ecc…. lo stiamo dicendo. Secondo, vorrei capire perchè le dichiarazioni del Papa passano senza un dibattito. Cazzo se io dico una cosa, minimo c’è il controservizio perchè qualcuno possa obiettare alle mie parole riequilibrando la situazione. No, il Papa non ha contrappesi. L’Italia è uno stato laico, uno stato che riconosce 7 religioni (quelle a cui si può donare l’8xmille) e nel 2000 aveva firmato intese con Islam (seconda religione in Italia) e testimoni di Geova, poi bloccate dal C/D su pressioni vaticane (cosa farà il centro-sinistra???). Io voglio, se proprio ogni giorno devo sorbirmi le dichiarazioni del pastore vaticano, anche quelle almeno delle altre 6 confessioni. Chiedo troppo???
    Questa è una cosa che mi fa a dir poco incazzare e a cui troppi di noi non fanno neanche caso…
    Poi, per quanto riguarda Rivera, il Primo Maggio, vaticano, bertinotti, c-d… fa tutto folklore e neanche mi interessa… Sinceramente comincio a non sopportare nessuno, neanche chi fa le piazzate.

  5. @rosalba
    bella definizione
    @andrij
    abbastanza d’accordo con larga parte del tuo discorso , il problema è anche che in pochi obiettano.
    Secondo me il “can can” su Rivera lo sottovolauti un po’.

  6. Voglio dire una cosa su Andrea Rivera che ho già detto nel mio blog, ma più approfonditamente: nelle sue parole c’erano degli insulti gratuiti alla religione cristiana. Perché non ammetterlo allora? Perché fai un’osservazione meschina su Gesù che ha scelto di morire in mezzo ai ladri piuttosto che in mezzo ai malati e poi mi caschi dalle nuvole? Se vuoi insultare una religione, come fa il sottoscritto per esempio, prenditi la responsabilità delle tue azioni e non andare a piagnucolare e solidarizzare con Bagnasco per quattro e-mail di protesta.

    Ecco, sottilizzata questa piccola questione, direi che il comportamento di media, politici ed intellettuali nei confronti di questa mezza sega di menestrello romano è stato veramente incettabile, soprattutto perché non si sottolinea abbastanza quanto la “piazza” era totalmente d’accordo con lui. Calcolato che il 90% di quelli che stavano lì non sapevano manco chi cazzo è Rivera (quindi non è che erano d’accordo perché “l’aveva detto lui”), direi che qualcuno dovrebbe prendere atto del sentimento di disgusto e diffidenza con i quali milioni di italiani guardano all’ignobile chiesa cattolica come un’istituzione oscurantista e assetata di potere e soldi. Io che sono tra quelli prendo atto di quest’ennesima prova di forza con la quale la chiesa ha mostrato i bicipiti ai nostri politici e mi domando cosa andiamo ancora a rompere i coglioni a posti come l’Arabia Saudita o l’Iran.

  7. Sono d’accordo. Dove lo hai scritto sul tuo blog?
    Mica lo trovo.

  8. “PC: secondo me chi offende il VaticANO deve avere le palle di ammetterlo, come faccio io. ”

    il più approfonditamente era riferito al fatto che volevo approfondirlo sul tuo blog, solo che ogni tanto mi viene la biscardite quando scrivo.

  9. ok…beh, io ho letto cmq una sua intervista stamane che mi pare accettabile.

    Bisogna anche capirsi su che si intende per offendere, perchè credo che rispetto al “non volevo offendere” oltre che magari un po’ di imbarazzo (o ironia?) ci sta anche la..sfumatura con la quale si intende il termine.

    l’importante per me nel caso di Rivera è che non receda su quanto dichiarato o che si rimangi ciò che ha detto.
    Non credo che ci sia troppo bisogno di sottolineare che volesse attaccare il vaticano, lo ha tutto sommato fatto in modo così chiaro nei contenuti…

  10. Tutti amano Lisbona!
    Beh ma scusa tu che ti chiami MOLTITUDINI non potevi che fare una foto col RE delle moltitudini!:D

  11. Sono molto daccordo con quanto dice ulivegreche.

    Aggiungo che in tutto questo – se mi posso permettere un pò d’ironia – c’ha guadagnato il Rivera. Che fino al 30 aprile era praticamente un perfetto sconosciuto e ora mezza italia parla di una sua frase.

    Dopodichè…non so se è buon segno che si parli ancora una volta per vari giorni sulle prime pagine di una cazzata (seppur condivisibile) detta contro la chiesa.
    Sarà sintomo che il malessere anticlericale ha finalmente un pò di voce
    o sarà sintomo del fatto che la chiesa fa sempre notizia in quanto parte integrante della politica di questo paese?
    mah.

    credo di esser stata confusa.ma vado di fretta.

    cmq qui:http://www.infobloggando.splinder.com/
    avevo già scritto in modo più chiaro (spero) il mio pensiero in merito.
    (pubblicità occulta)
    saluti.

  12. @da0a10
    che ci guadagni in assoluto non lo so mica, sai.
    la cosa incredibile è che tutto sommato per dire ciò che ha detto lui bisogna esser coraggiosi.

  13. spero che questo coraggio manifestato il primo maggio non se lo rimangi con una leccata di culo e un mea culpa…. altrimenti è davvero tutta una buffonata.

  14. un salutino…sono passata di qui ma a dire la verità questi post sono troppi seri x me:-)quando mi si incrociano gli occhi nn è un buon segno,però è interessante ciò che scrivi.Ok dai sarò sincera:x prima cosa ho guardato le tue foto…notevole il ragazzo!
    Rob

  15. Coraggioso indubbiamente, ma poi appunto perché sei stato coraggioso Perché vai a correre sotto la sottana di Bagnasco? Che ti dichiari perseguitato politico? Queste cose lasciamole fare ai Socci, ai Vespa, ai Santoro…

  16. @da0a10
    no..non credo, davvero.
    stamane su radioradicale ho ascoltato la lettura di una sua intervista e mi è parso assolutamente ancora irriverente.
    Non mi pare il tipo.
    @ulive
    mah…idem come ho commentato sopra.
    Per il resto, comprendo anche un po’ di imbarazzo e di sensazione di accerchiamento, visto che era davvero solo.
    @minkiarobby
    thanks.

  17. Mah, facciamo a fidarsi. In fin dei conti mi pare anche brutto stare ad accusare uno che alla fine ha detto della chiesa quello che penso io, escluso il pezzo su Gesù morto tra i ladroni, che è una delle allegorie più belle del Vangelo e magari mi urta un po’ vederla sminuita per fare una battutaccia. Tant’è che anche Grillo l’ha tagliata, riportando le frasi sul suo blog. Perché offende uno dei pochi messaggi belli del cristianesimo: che c’è più dignità a morire in mezzo a due reietti piuttosto che vivere tra i sacerdoti.

  18. rivera è un cagasotto.
    se tiene + alla pagnotta (che tanto non gliela passa mica la Cei) che all’orgoglio e alla coerenza sono problemi suoi.
    per me resta un cagasotto.

  19. AnelliDiFumo in ha detto:

    Rivera ha qualcosa di sublime: prima dice delle cose sacrosante e oggettive, poi firma sul suo sito un’abiura di quelle che non leggevamo dai tempi di Galileo. Devo ancora capire se l’abiura è parte di un ragionamento anticlericale (mostrare la costrizione all’abiura per far vedere di che pasta son fatti) oppure se lui è si è proprio trovato la cacca nelle mutande.

  20. Anello..mi dai il link dell’abiura?
    Io dico ciò che dico senza aver letto, eh…..

  21. anonimo in ha detto:

    Che dire ?
    Sono rimasto basito…

    pensatoio

  22. mister rivera ha tolto “l’abiura” dal suo sito ed ha messo al suo posto dei ringraziamenti x chi l’ha sostenuto e il pdf scaricabile della sua intervista rilasciata a “la repubblica”. (intervista dove fa una figura meno penosa, va concesso..)
    che dire: il pannolone lordato va cambiato appena si può.. ;-))
    ecco il link:
    http://www.andrearivera.it/comunicato.htm

  23. l’intervista era quella di cui parlavo più giù.
    Ahimè, il comunicato di cui parlate non lo ho visto.
    Mi pare comunque che continui a tenere botta rispetto a quanto affermato.
    Se mi dite così, non dubito che abbia scritto cose da “cagasotto” in prima battuta, gli do un minimo di attenuanti generiche umane visto il barbaro attacco di cui è stato oggetto.Una sbandata, insomma, forse anche frutto di consiglieri.
    Resta più importante comunque che quelle cose le abbia dette martedì.

  24. I tuoi articoli sono sempre ottimi, soprattutto il “fondamentalmente anticlericale” mi mette il sorriso ogni volta che apro questo blog!

  25. anonimo in ha detto:

    io ho spesso sentito Rivera alla trasmissione “Parla con me” della Dandini ed ha sempre detto cose in linea con quelle espresse il primo maggio, solo che magari dava meno fastidio in quella trasmissione, anche perchè arrivava sempre a conclusione, cioè molto tardi.
    laura

  26. @laura
    eh beh…”parla con me” lo guardiamo io, te, e altri 3-400 persone che sicuramente non necessitano di sensibilizzazione su questi temi, per cui..in quella nicchia è innoquo.
    @narcisadivetro
    ti ringrazio
    a dire il vero però, un po’ per provocazione, mi definisco fondamentalista (non fondamentalmente) anticlericale.
    😉

  27. Mi sembra che Rivera sia in stato un po’ confusionale.
    Sulle elezioni genovesi concordo, la nuova stagione della Vincenzi è una cosa ridicola, così come Sarkozy che vince in Francia parlando di cambiamento, venendone da anni di governo UMP di presidenza Chirac.

  28. Sai che è la prima volta che probabilmente annullerò la scheda…non mi sento rappresentata da nessuno dei candidati per cui penso che lascerò scegliere a voi il successore di Pericu.
    Andrea Rivera mi è sempre piaciuto da quando a cominciato a fare le interviste al citofono…comunque mi sembra che non abbia cambiato la sua linea nonostante gli attacchi…
    PS: grazie per i chiarimenti sull’8 per mille…seguirò il tuo consiglio 😉

    A presto

    pibua

  29. Rivera è andato oltre le sue capacità…
    Io ho fiducia che tra un paio di secoli a credere nel cattolicesimo saranno in una ventina… ma arrivarci…

  30. @pibua
    ah, ma sei di Genova??
    Beh….come è chiaro non è che io sarò tra coloro i quali voteranno la Vincenzi, eh?
    @Uca
    mah…coltivo la stessa fiducia. Il fatto è che non ci sarò.
    @skeno
    ieri sera pensavo lo stesso paragone vincenzi/sarko.
    Poi è anche vero che sarko è diverso da chirac, e assai, e che non si amano troppo.

  31. Più che il vaticano,l’atto ignobile è quello della cisl.Licenziare due persone perchè non votano come dovrebbero , mi pare una cosa fascista in tutto e per tutto.
    Per quanto rigaurda i verdi che candidano un “fascista”,deve esser una prassi comune.Visto che qualche anno fa con loro si è candidato Roberto Poletti,un legaiolo populista notissimo nelle tv locali lombarde

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: