m0ltitudini

da bambino giocavo con le pentole

RIECCHIME….

Tornato.
E’ ragionevole ritenere la comparsa di una scritta su un muro, la più importante notizia “nazionale” (notizia seconda, come importanza, solo agli afgani scenari di guerra globale)?
E’, in secondo luogo, altrettanto ragionevole ritenere che la stella che firma le frasi rivolte contro il presidente della CEI riveli una concreta “minaccia lottarmatista” alla sua incolumità fisica?…

Stop. Mi fermo qui, E’ l’inizio di un pezzo che potrei anche aver scritto nel blog, ma che invece vi invito ad andare a leggere nella sua…attuale collocazione, luogo per il quale il testo è stato pensato (basta cliccare sulle righe sopra…).

Su "dirittinrete.org/ita",trovate anche racconti e voci dal porto di Genova, colpito dall’ennesima tragedia della quale è colpevole uno dei più grandi assassini e terroristi della storia: il lavoro…

Tornando alla vicenda delle scritte… mi è capitato di osservare e notare negli atteggiamenti dei media al riguardo (non da lettore, ma per aver gestito coi miei compagni del centro sociale i rapporti con giornali e tv su questa cosa) elementi sui quali ci sarebbe da scriver una tesi.

Basti pensare che la locandina che vedete sopra (fatta stanotte, ben dopo la chiusura del giornale) ancor prima di esser materialmente composta..ha guadagnato la prima pagina nazionale del secolo XIX di oggi.
Mah.

ORESTE SCALZONE

Due parole le dedico invece alla bella serata trascorsa allo Zapata, la settimana scorsa, con Oreste Scalzone.
Chi mi conosce oramai lo sa: l’agiografia e la mitizzazione, magari caricaturale, di "certi" personaggi non mi appartiene…Ma sono rimasto estremamente colpito dall’umiltà, dalla lucidità e dalla disponibilità con le quali Oreste ha partecipato alla serata di giovedì scorso, mettendosi al servizio della nostra iniziativa per come la avevamo pensata.

Essendo lui stesso ben conscio di poter parlare 3 ore di fila, riuscendo magari ad esaurire solo le premesse, è stato molto attento a limitarsi.
Inoltre, si è riusciti- seppur nei limiti di tempo, che è comunque sempre poco –  a parlare tanto di oggi, di Francia, di Europa, di periferie, di movimenti.
E di esodo (la parte finale della serata, quella che mi è piaciuta di più).

Il rischio, sopratutto in città come Genova, è quello che serate così si trasformino nel..palcoscenico di scazzi di trent’anni fa tra canuti protagonisti di allora. Non è avvenuto.
Poche ma significative battute, sull’amnistia.

A questo LINK (grazie a radio radicale) trovate i file audio dell’incontro con Oreste. Consiglio sopratutto l’ascolto delle ultime battute, dall’ultima parte in poi (dalle domande ), a chi, spesso sterilmente – chiede "si, vabbè, ma tu,che proponi?".

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

6 pensieri su “

  1. ho letto diritti in rete,poi mi ascolterò anche l’audio della serata con Scalzone,vabbè però a livello politico e culturale reputo assai più interessante l’incontro di lunedì 23 aprile a lissone,biblioteca,tra Ferrando e l’astro nascente e illuminante della politica nazionale:davide viganò.Si,sono immodesto!ehehhhehhee!
    ciao,davide

  2. Ma è senza dubbio un appuntamento di almeno pari importanza..peccato non esserci! 😉
    auguri per la campagna elettorale.

  3. qualche settimana fa, credo il giorno prima che apparissero quelle scritte, ero a genova. giuro che ho provato un po’ d’invidia e di vergogna: avrei voluto scrivere io per primo:bagnasco vergogna! invece di comprare una bomboletta spray ho sperperato tutti i miei soldini in dvd cibo. ah, la pigrizia mentale! magari mi rifaccio al pride..
    (ah! bellissima genova, mi ha conquistato,ma davvero scomoda per i ciclisti)
    ora passo alle cose + serie e vado a leggere/ascoltare il resto.
    cheers!

  4. Ciao bellissimo, ti ho risposto su Anelli.

    AdF

  5. @adf arrivo
    @taddeo
    merdaccia..potevi avvisarmi.

  6. bel post e bella locandina!!!

    Comunque si vergognino sul serio questi uomini in gonnella..fanno politica e godono dei mille privilegi del concordato. VERGOGNA!

    Sapete con che finanziano il Family day?
    Lo dico sul mio blog.
    VERGOGNA!
    🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: