m0ltitudini

da bambino giocavo con le pentole

AUFWIEDERSEHEN

Faccio in tempo a fare un salutino prima della partenza per Berlino.

Insomma…10 mila, forse 15 mila persona, sabato, a Roma, sotto la pioggia e con il boicottaggio si sindacati, partiti e giornali di regime, non è affatto un brutto risultato. Al corteo non si son visti praticamente parlamentari, salvo 2 o 3. E’ curioso che in paese dove oramai ministri e deputati vanno ai cortei anche contro il loro stesso governo (può sempre servir a raccattare qualche voto. Ci stiamo abituando alle bizzarrie più incomprensibili), non abbiano avuto la faccia di presentarsi ad una manifestazione così apertamente e fieramente antivaticana.

(presidio dello scorso gennaio per ricordare Ornando)

Nemmeno i sindacati di stato si son fatti vedere od hanno in qualche modo sostenuto tale evento. Insomma, per un corteo così completamente autorganizzato, quei numeri son assolutamente significativi. Si replica il 10 marzo, per Mancuso, arcigay, quella data significherà anche dire NO alla buffonata denominata DiCo. Sui sindacati…per altro, ci sarebbe da ricordare che la mobilitazione NO VAT tocca anche i diritti dei lavoratori e delle lavoratrici.
Un esempio…
LO SAPEVATE CHE…?

…..come in tutto il mondo del lavoro, gli insegnanti precari non maturano anzianità, scatti stipendiali, eccetera. Se assunti stabilmente, si ricomincia daccapo. C’è una eccezione: gli insegnati della materia denominata "religione cattolica". Questi, se assunti in ruolo, al contrario di centinaia di migliaia di loro colleghi, si portano dietro tutti gli scatti e l’anzianità maturati nel precedente precariato. Gli anni di lavoro di qualcuno, valgono meno di quelli di altri. ANche se si fa lo stesso lavoro. Per non parlare del fatto che nella scuola pubblica, questi insegnanti non li sceglie il pubblico, ma la curia, che, con "oneri per lo stato", lascia a quest’ultimo l’onore di retribuirli, senza che peròpossa metter becco nel selezionarli. Ai sindacati di regime, tutto ciò non riguarda.

VICENZA

Intanto, a questo link (http://www.globalproject.info/) è possibile ascoltare RADIO DAL MOLIN, dal lunedì al venerdì dalle 19.00 alle 20.00, il sabato dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 18.00 alle 20.00.
Interessante un intervento di Luca Casarini ieri sul "manifesto" , come oggi una bella intervista a pagina 5 della Stampa a Francesco Pavlin, dell’assemblea permanente contro il raddoppio della base .
Purtroppo, nessuno dei due articoli è ancora on line..non posso quindi linkarveli. Se riuscite, leggeteli domani.
Il passaggio di Vicenza è fondamentale, può esser l’avvio di una fase nuova di laboratorio sociale, di opposizione, di costruzione di partecipazione, di riappopriazione dei nessi deicisionali. L’obiettivo, resistere un giorno di più di chi vuol costruire la base. Di sicuro, si resisterà di più di quelli che sabato andranno a Vicenza a farsi la passerella elettorale, e che dove gli compete si sono già arresi. Spero di non incontrarli.

Infine…

La fiamma e la celtica

Un consiglio libresco. Lo ho iniziato sabato, lo ho finito oggi. Un libro che interesserà tutti quelli che ,magari in modo un po’ malato, sono appassionati alla storia recente del pensiero politico, sopratutto se estremo, ed alla storia recente di questo paese.
Ho letto altri libri analoghi per cui buona parte degli aspetti trattati (in modo molto serio e rigoroso, con tanti interventi dei protagonisti) mi eran già noti, ma ho comunque appreso dettagli che mi erano ignoti.
Parlo di "La fiamma e la celtica", di Nicola Rao, edizioni Sperling & Kupfer. E’ un libro che racconta l’evoluzione di tutto ciò che è nato, il giorno dopo la caduta di Mussolini, nella galassia "neofascista", a partire dalla fondazione del Movimento Sociale per arrivare ai centri sociali "non conformi" di oggi(ho appreso per altro che Massimo Brutti, il diessino, era un dirigente del FUAN, pure quel cantante..lo ricordate, Sergio Caputo? Beh, faceva politica con i giovani Fini e Alemanno): dal dibattito-assai aspro- interno all’MSI sin dalla sua fondazione, alle organizzazioni politiche parallele e trasversali al mondo neofascista, i FAR, Evola, Freda…il golpe "Borghese", i nazimaositi di "lotta di popolo", i ragazzi di san babila, Terza posizione e "l’autonomia Nera", Delle Chiaie e Avanguardia Nazionale, le posizioni di chi, già negli anni ’50, prefigurava una sorta di Alleanza Anzionale "ante litteram", le miriadi di esperimenti editoriali, la "sinistra nazionale",il carcere, i missini anti "sud tirolesi" e quelli, invece, filotirolesi,  le suggestioni esoteriche, aristocratiche, gerarchiche, i "camerati" che appoggiavano Castro, i vietcong, Che Guevara ed i sandinisti, così come L’IRA, l’OLP e la rivoluzione islamica in Iran, mentre il MSI si configura sempre di più (e già abbastanza presto) come partito di una destra "d’ordine", conservatrice e filoatlantica, i campi "hobbit", Gramsci visto da "destra",Drieu la Rochelle, De Benoist,  i NAR..eccetera, eccetera:vabè,  mica posso raccontarvi tutto il libro!

Un libro che è un po’ giornalistico, un po’ storico, un po’ politico, ed anche , se vogliamo, antropologico.
Però è interessante, aiuta ad eliminare alcuni stereotitpi od elementi che si davano magari per scontati od a considerare il mondo dell’estrema destra meno monolitico di quanto si creda, sopratutto nella sua storia (che ora il livello del dibattito è senz’altro meno vivace da quelle parti).
Si, c’è un po’ il rischio, in alcuni passaggi, che il racconto ammanti i protagonisti di una sorta di aura….romantica, così come se devo dire mi pare che il racconto sia…."ripulito" dagli aspetti più beceramente "fascisti".

Beh…a presto, ci si legge dopo Vicenza.

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

18 pensieri su “

  1. Io sabato c’ero, a Roma, e sinceramente parlare di 10.000 persone mi pare un eufemismo… 😦
    Cmq, buon viaggio berlinese, poi al ritorno ci racconti… 😉

  2. “Beh…a presto, ci si legge dopo Vicenza.”

    sempre che non ti abbiano arrestato…lo dico anche a te…se hai diritto a una tel…
    dimmelo che spengo il cell!!!
    ok ok…basta
    anche perchè la portatrice “sana” del mio num è l’autorizzata a telefonare dal carcere…mezzo kg di arance in più cosa vuoi che siano dai…

  3. Io go deciso che faccio l’insegnante di religione, mi ci vedo benissimo in quel ruolo.

    Un tempo sognavo di poter cambiare il mondo. Oggi mi accontenterei di poter constratare il potere della chiesa in Italia senza che mi si dia del “paranoico comunista”, ma ho l’impressione che per il futuro dovrò correggere ulteriormente le mie ambizioni.

  4. AnelliDiFumo in ha detto:

    Elfo scrive 7.000 persone l’altro sabato a Roma. Pochine, ma insomma, considerato che pioveva di brutto, manco pochissime.

    Della galassia neofascista so quasi tutto: ho avuto un fratello e una sorella neofascisti…

  5. Anch’io ho letto quel libro e devo dire che è molto interessante xchè da un approccio libero da condizionamenti!
    Ti faccio i miei complimenti perchè tutti dovrebbero essere come te e leggere anche testi “alternativi” rispetto alle proprie idee piuttosto che giudicare ciò di cui si ha paura semplicemente spinti dal pregiudizio!
    Buona parte delle cose scritte sul tuo blog non le condivido però fa piacere leggere che c’è ancora chi si occupa di cultura…e io riconosco sempre e rispetto chi seppure abbia principi e idee diverse dalle mie comunque non è chiuso e ottuso.

  6. libro interessante quello che suggerisci.Io ora sto leggendo un libro sui campi di concentramento in jugoslavia ecc…Sono curioso della storia eversiva dell’estrema destra,anche se continuo a ritenerli cibo per la terra e niente altro.Però certe dinamiche strane tipo : i nazimaoisti mi interessano molto.
    X gli insegnanti..ecco come fai ad esser così informato fai copia e incolla dei comunicati dei sindacati di base pubblicati sul manifesto..ahhahaaaaahaahahahaah!
    ciao e buon divertimento in germania,dove incontrerai licia..peraltro..hai capito luca!!!^_-

  7. volevo prenderlo pure io sto libro. mi hai convinto. lo leggerò. 🙂

  8. ps: adoro la semplicità con cui usi “od”. 😀

  9. anonimo in ha detto:

    Moltitudini….ma ti chiami Luca? Non lo sapevo, forse dovrei trovarmi un nick per evitare confusioni… davvero non lo sapevo e certo non ne avevo intenzione. Ciao.
    Luca

  10. ho sentito parlare di quel libro…una letta la meriterebbe.
    ma vogliamo parlare delle dichiarazioni dei ministri Amato e Rutelli sulla manifestazione di sabato prossimo? Senza parole…specie se a creare tensione è il ministro dell’interno, ovverto colui che organizzerà la pubblica sicurezza a Vicenza…..speriamo bene.

    Saluti,sab

  11. vergognose le parole di amato e rutelli.Stan creando un clima “genovese”,ma io ho fiducia nei compagni e so che sarà una bellissima manifestazione

  12. anonimo in ha detto:

    e le dichiarazioni di Bush?
    laura

  13. Sono dispiaciutissimo di non potermi recare a Vicenza, visti vari impegni lavorativi. Ma spero che la manifestazione sia un successo di gente e qualcuno cominci a pensare di finirla con il nostro americanismo.

    Da prof precario preferisco evitare commenti sui sindacati, dai quali ho avuto finora solo mazzate (forseperché non voglio aderire a quella schifezza di fondo Espero?).

    Ciao, Massimo

  14. CIAO!!!

    DIRITTI DI e PER TUTTI

    Andate qui e firmate l’appello!

    http://www.uaar.it/news/2007/02/16/manifesto-per-uguaglianza-dei-diritti/

    Io l’ho fatto e ho scritto così.

    Ricordiamoci che siamo tutti persone…Persone, uniche e diverse, libere e uguali nei diritti e nei doveri.E’ solo il privilegio di pochi a definire le differenze insormontabili tra una persona e l’altra.

    CIAO
    Rosalba
    UAAR http://www.uaar.it 🙂

  15. @frick01
    beh, quel libro credo sia assolutamente da leggere se si è in certe faccende..affacendati.

  16. anonimo in ha detto:

    CHe hanno di male i DiCo? Intanto son contento che fanno almeno quelli, teniamoli, difendiamoli, e chiediamo altro ancora.

  17. @anonimo
    mi pare di aver già risposto e comunque lo spiega bene il link che ho segnalato.

  18. Davvero interessante il libro di cui parli, cercherò di leggerlo.
    Un saluto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: