m0ltitudini

da bambino giocavo con le pentole

RIDI, SEI IN PARLAMENTO

La questione è senz’altro meno importante del gossip su casa Lario-Berlusconi, vicenda alla quale, giustamente, i quotidiani (di destra e sinistra), blogger, tg privati…e tg pubblici (per inciso: è aumentato il canone, e..mica per fasce di reddito) hanno dedicato in larga parte le aperture e le loro attenzioni.

Senato. Parisi (non si capisce perchè un ministro debba relazionare in parlamento su un problemino locale, urbanistico) relaziona  sul consenso dato agli USA per la costruzione della base SETAF al Dal Molin.

(Si legga la relazione, così si capisce come dalle parole stesse del ministro si capisce come nei giorni scorsi Prodi abbia mentito).

L’opposizione presenta un ordine del giorno, laconico: si approva la relazione del governo.
Si, l’opposizione vota a favore della relazione del ministro. 
Il governo..invita però a votare… contro un documento a suo favore : si dice infatti contrario all’ODG che approva senza condizioni la sua relazione.
Si vota: la maggioranza, benchè esigua, c’è…e si rischia che il Senato , col voto della maggioranza..paradossalmente, seguendo le indicazioni del governo, bocci un odg che appoggia caldamente la relazione del governo  (mi gira già la testa).

Dopo, in ogni caso, verrà votato un ODG della maggioranza..meno filogovernativo di quello dell’opposizione : "si prende atto della relazione di Parisi" (eh si, perchè se c’è da entrare nel merito..che cazzo vuoi che dica sta maggioranza?? restiam vaghi…prendiamo atto. E’ il risultato dello..sforzo per trovare unità:non dire un corno).  Si vota: vince l’opposizione..cioè vince il governo,insomma, passa l’odg della CDL. Però un attimo…  il governo ha perso… l’ODG è dell’opposizione è il governo era contrario. Se avesse prevalso l’indicazione del governo..e quindi se il governo avesse "vinto"…avrebbe …"perso". Aiuto. Però..l’ODG da fiducia al governo..quindi..ha vinto. Malgrado la "vittoria" (testo approvato e scritto da Calderoli i) però..Parisi si dice sconcertato e preoccupato.
Forse che qualcosa non va? Poi, passa anche la mozione della maggioranza che "prende atto" (approva, o non approva? Non si capisce bene…ma dire di più come fai?) della relazione del governo…e annuncia l’impegno (si, oramai va così: invece che fare cose..si impegnano a farle. Poi se anche non facessero, fa lo stesso, una scusa ci sarà) a fare un giorno una bella conferenza sulle servitù militari.
Per altro in modo pleonastico, visto che tale impegno è già contenuto nel programma, quindi..l’impegno in realtà lo avrebbero già preso (e disatteso, come è accaduto nel caso di Vicenza) Russo Spena (ascoltateli i dibattiti alla radio, è davvero formativo), schizofrenicamente annuncia sostegno al governo ma anche che, testualmente "rifondazione sarà a Vicenza a fare disobbedienza utilizzando anche i corpi per impedire la realizzazione della base".  Insomma..in questo modo..potevano stare anche al governo con la CDL.
Questa fa il paio con la mozione votata ieri alla camera..dove, per la terza volta..viene preso il medesimo impegno..nella medesima formulazione: quella contenuta nel programma e quella contenuta nell’odg (non rispettato) votato a dicembre…e, infine, ieri.
Praticamente ieri che è successo?
La maggioranza ha approvato dieci righe che aveva già controfirmato un anno fa, un  impegno che era già stato preso.E già due volte.  
Sai che roba: praticamente ieri la maggioranza ha votato a favore di dieci righe che avevano già scritto nel programma (ribadendo un qualcosa di assolutamente vago e nemmeno vincolante: chiedono a sè stessi di fare una legge)… ci mancherebbe che non approvassero la mozione di ieri, visto che è la medesima roba che ripeton immobili da un anno.

Se voglion impergnarsi..prego, ok, abbiam capito..vi impegnate na farlo: giacciono varie proposte di legge alle camere su pacs e simili:discuterle, pare brutto?

Insomma..ci mancerebbe che ieri alla camera potessero votare contro sè stessi, o contro una cosa da loro stessi già affermata.
Per questo, basta già il senato.

Ancora sul senato, oggi ho letto un articolo interessante.: il senato dell’era Unione, è il più improduttivo e costoso della storia.Infatti, mentre si parla i di tagliare le pensioni, di lavorare di più..eccetera, il Senato di questa legilsatura sfoggia cifre mai viste prima:

Negli ultimi sei mesi…hanno lavorato 40 giorni. Hanno fatto 5 settimane filate di ferie.Mai successo, nemmeno negli anni d’oro del CAF. Le sedute, mai cosi poche in 60 anni, hanno una durata media di un’ora e mezza..poi a casa. praticamente…2000 euro a seduta, della durata di un’ora..un’ora e mezza. Questi qui, son quelli che stan dicendo che dovrò avere una pensione più bassa (è la traduzione italiana di rivedere i coefficienti, preciso obiettivo dichiarato da Fassino Rutelli e simili. ). Solo 40 giorni in sei mesi. Ma con serietà.
E’ un peccato, però..perchè quando ci si mettono, al senato, lo spettacolo è seriamente divertente.

aggiuntina:in fondo…il  senso del triste spettacolo della politica italiani degli ultimi 12 anni..sta tutto in questa vignetta..che ha un duplice significato:contingente su Vicenza..e strutturale sul monopartito di palazzo.

 

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

25 pensieri su “

  1. che storia intricata:il governo che vota contro all’opposizione che però sostiene il governo.Mi sembra ridicolo l’intervento di Russo Spena.O sei contro o a favore
    Grazie per avermi fatto capire che la nato non c’entra nullla con la base!

  2. In pratica è successo qualcosa di questo genere:

    Moltitudini: “Questo post non leggetelo, è pieno di cazzate”
    Musicisti: “Ma no, che dici, è bellissimo, io l’ho trovato fantastico”
    Moltitudini: “Allora se lo dici tu leggetelo, anzi quasi quasi lo leggo anch’io”.

  3. ahhha, si ..grossomodo ulive…è andata così….
    e lo chiamano bipolarismo…alternanza..alcuni addirittura alternativa.

  4. In pratica hanno fatto il gioco delle tre carte… Che pezzi di m…

  5. E’ ovvio che il Senato non lavori… ogni volta che si apre l’aula il governo rischia la crisi.
    Per la storia della base, una tristessa da Toquinho!

  6. ehhh… l’ultima difesa rimasta ai centro-sinistri è che non hanno i numeri, se no ci salverebbero da tutte le ingiustizie sociali….
    Vero Skeno?

  7. anonimo in ha detto:

    eeeeH?
    Non ho capito nulla, forse è meglio.
    laura

  8. Uca, mi hai rotto il cazzo.
    Se dico “mi chiamo Roberto”, hai qualcosa da dire anche su questo?

  9. AAAHHH! Finalmente una reazione decente.

  10. @skeno
    mah..ovvio mica tanto: voglio dire.sopratutto non dovrebbe esser così “ovvio” per chi ha tanto a cuore la..”democrazia parlamentare”, od ha invitato a votare allo scorso referendum per..”difender la costituzione ed il parlamento”.

    Che è ovvio che il senato non serva a un cazzo…semmai lo posso dire io! 😉 Se uno crede neel gioco dei partiti e della…”democrazia”, dovrebe ritenerla una situazione illegale.
    Anche perchè si fa ampio ricorso a leggi delega, facendo nel merito ciò che si contestava politicamente al centrodestra nel corso del referendum scorso.
    (non litigate però).

    @laura
    c’è poco da capire:
    la destra fa una mozione che approva senza se e senza ma l’operato del governo. La maggioranza di governo…non è nelle condizioni di esser altrettanto..”filo-sè-stessa”..e vota contro.
    Risultato: la maggioranza fa una figura di merda, e la avrebbe fatta lo stesso se avesse “vinto”..perchè avrebbe sfiduciato sè stessa.
    E i numeri non contano: il nodo è politico, alla camera sarebbe andata allo stesso modo (perchè la maggioranza su questo tema..da niente, non è certo nelle condizioni di fare un odg che “approvi la relazione del governo”).
    Alla camera semplicemente..l’odg del centrodestra non sarebbe passato..ma sarebbe stato difficile tener in piedi un governo..dopo che la camera avesse respinto un odg che, sebben dell’opposizione, accoglieva senza riserve l’operato del governo: se sic respinge un odg che “approva”..significa che “non si approva”…ed allora si va a casa.

  11. anonimo in ha detto:

    Dice Rizzo: “Non c’è nessuna crisi di governo, ma quello che è successo dice al governo che non bisogna tirare troppo la corda. Le elezioni le ha vinte il centrosinistra, c’è un programma ed a quello bisogna attenersi. Nel programma non ci sono allargamenti o ampliamenti di basi Nato, nè a Vicenza nè a Sigonella, c’è scritto che le pensioni non si toccano quindi basta rispettare il programma del Governo: niente ampliamenti, niente tagli alle pensioni”
    Io mi domando, visto che l’intervista è di stamattina, se il Sig. Rizzo non si è perso qualcosa…
    Diliberto invece dichiarava ieri: “una giornataccia per il Governo, spiace ammetterlo ma è proprio così”
    Bertinotti invece diceva nello stesso momento, più o meno: “C’è una cvisi di Govevno? Allora io dico: no! Ci sono dei punti da discuteve? Allova io dico sì..”
    Praticamente, per non rischiare un vero interlocutorio con la base, con alleati e peggio che mai con l’opposizione ormai è ridotto a farsi le domande e le risposte da solo perchè gestire diversamente la cosa è piuttosto complicato. Lui se le canta, lui se le suona.
    Di certo pare esserci solo una cosa: nessuno schioderà il culo da quelle poltrone, nemmeno se a Vicenza ci parcheggiano una portaerei, tanto meno se si taglieranno le pensioni e neppure se il Governo dirà che i Pacs sono un problemino locale, non nazionale… :))))
    Gabriele

  12. anonimo in ha detto:

    ..E poi cercate di capire: la maggioranza di Governo si regge sulle mummi…sulle cariatid… sui senatori a vita che, tra flebo e cateteri hanno già dato il meglio di sè a temi per più importanti per il governo, come la Finanziaria per esempio…
    E non è che gli restano molti respir.. molte energie per affrontare ogni seduta parlamentare. Le risorse (fisiche) dei senatori a vita sono limitate.
    Sicchè le presenze degli incontinenti devono essere contingengate. Solo contingentando gli incontinenti si può sperare di arrivare almeno a quella metà legislatura necessaria alla classe politica per godere di privilegi e pensioni ricche e irrinunciabili. Anche se, si sussurra che il Governo si stia attivando per aumentare alla svelta il numero dei senatori a vita: metti che se ne estingua qualcuno poi il governo non può decidere nemmeno sulla patente a punti senza fare figuracce, invece creando una “panchina” forte, via uno entra l’altro… :)))
    Nel frattemp, si è provveduto a creare bagni più vicini all’aula perchè girare con il catetere o la vescica incontinente per troppi metri non è cosa! E meno male che i loro banchi non abbisognano di scale per essere raggiunti…
    Certo, se questo Governo fosse più brillante, avrebbe già predisposto la possibilità di votare dal bagno o da casa, dalla clinica…
    :))))
    Gabriele

  13. @molti
    Forse non si era capito ma il mio commento numero 5 era una battuta sarcastica, non una difesa d’ufficio.

    @uca
    Provocatore…

    Ciao
    Skeno

  14. Spezzo una lancia a favore di skeno: si capiva benissimo che era una battuta.

  15. @skeno
    chiedo venia… 🙂
    @gabriele

    rispetto al tuo secondo commento..posso esprimere qualche perplessità?
    innanzi tutto “estetica”: non amo se la si butta genericamente sul geriatrico..se non altro come…personale riluttanza ad utilizzare come scherno quel tipo di argomenti, per altro almeno uno di quei senatori (la Montalcini) credo possa goder di un discreto rispetto.
    In generale.
    Non sono certo uno che difende il governo, no? Questo ti è chiaro.
    Però l’argomento “senatori a vita” secondo me è privo di senso.
    Il primo governo Berlusconi al senato godeva dell’appoggio-talvolta anche determinante- dei senatori a vita, oltre che del salto di barricata di senatori come Grillo.
    E’ ancor più criticabile che un senatore eletto in uno schieramento ne sostenga un altro. Certo, è vizio abbondantemente in uso in entrambi i poli…quindi francamente nè tu nè un elettore del csx può utilizzare tale argomento.
    Se si accettano le regole istituzionali, il voto dei senatori- che sia determinante o meno – è del tutto legittimo. Allora che si abolisca tale istituto. Se ci sono, sono senatori con tutti i diritti.

    Dal punto di vista del..”diritto” costituzionale, se un senatore a vita venisse meno in caso di voto perchè non volesse essere fondamentale nel sostenere un governo, prescindendo da ciò che pensasse nel merito del voto (e quindi provocandone la caduta) sarebbe altrettanto eccepibile . Quindi, è normale e lecito che i senatori votino se sono d’accordo con ciò che votano.

    Poi, a me del parlamento e delle “regole” istituzionali frega davvero poco: ma a voi che ciò importa..beh, sono regole che dovete accettare.

    E’ semmai più signficativo che spesso alcuni senatori della CDL siano assenti (sopratutto nelle fila UDC).

    Sul tuo primo intervento ho poco da dire….se non che -malgrado l’attaccamento famelico allo scranno – non è detto che le condizioni permettano a lungo che i culi restino a palzzo Chigi come adesso.
    In parlamento ovviamente si, che sia a dx che a sx, in tanti devon maturare la pensione.

  16. @ulive..eh, ammetto che non sono sempre brillantissimo! 🙂
    faccio autocritica.

    Ma siccome in un blog avevo appena letto lodi a Berlinguer, ero un attimo scosso. 😛

  17. anonimo in ha detto:

    Moltitudini, detto tra noi, se c’è un senatore a vita che mi sta sulle palle è proprio lei, la Montalcini. Perfino il “mitico” Andreotti o il “picconatore” Cossiga riscuotono qualche mia tenera simpatia (roba da poco e nell’ambito della comicità).
    Per quanto riguarda le assenze parlamentari relative all’area di centrodestra, ti posso assicurare che su tutta la (poca) stampa non filo governativa o di centrosinistra o di sinistra è stato uno degli argomenti più presenti e polemici da parte di giornalisti e lettori: l’incapacità di tener fede all’impegno di fare opposizione seria e dura senza lasciarsi incastrare da discorsetti di stampo Casiniano (ma anche Berlusconiano o Finiano) tipo: “nell’interesse del Paese..non facciamo opposizione strumentale e ostruzionista..” che non è affatto gradita alla base (credo di nessuna delle due parti politiche).
    In realtà il centrodestra non sa (per me) fare politica e credo che la classe politica sia rimasta sbigottita dei risultati di Piazza (perchè la Piazza non appartiene dai tempi del fascimo ad altri che alla sinistra) e su come fare opposizione deve imparare tutto, per esempio dal governo scorso: opposizione dura, che se ne fotte dei reali interessi del Paese (oggi responsabilità richieste da questo Governo ieri opposizione), che mira ad un unico risultato: vincere le elezioni, distruggere e ostacolare risultati o consensi avversari. Ecco, una politica così il centrodestra non sa e non vuole farla, perchè prima di tutto il centrodestra, se alla base, si coalizza nei valori, al vertice è puro PERSONALISMO dove i partiti si piegano alle persone e non il contrario. Dove i partiti sono nulla ed hanno un futuro incerto e nebbioso pensandoli senza i loro attuali leader (veri punti deboli del centrodestra). Noi abbiamo un centrodestra che non ha il coraggio di fare primarie e che vedrebbe comunque l’unico riferimento negli attuali leader senza alternative, perciò inutili.
    Quell’assenza alle sedute della Cdl, quindi, è stata rilevata, poi sospettata, poi criticata e poi, a “salvarci” dalla rabbia è venuto proprio il Governo dei sinistri, che praticamente da Ottobre/Novembre non ha avuto bisogno di una massiccia opposizione ma si è incasinato e sputtanato da solo. E meno male, perchè con un’opposizione così divisa (tutta apparenza quella che sembra invece), così pronta a fare melina o flirtare o almeno a sottrarre a forze della stessa coalizione un po’ di consenso il Governo avrebbe avuto partita facile (se mai un Governo così composto può averne ovviamente).
    Non so, io credo che questi dureranno almeno mezza legislatura come ho scritto, anzi, pur auspicando il contrario ho scommesso una cena sulla tenuta di un Governo scandaloso che però, regge agli scandali e non scandalizza seriamente il suo elettorato.
    Insomma, durerà.
    Ed io avrò una cena gratis.
    Purtroppo.
    Gli scranni resteranno sotto i culi.
    Nella peggior ipotesi, ma difficile, qualche rimpastino. Roba da poco.
    E non sarà Mastella ad uscire, stai a vedere… (e nemmeno Di Pietro nonostante ci illuda così spesso…).
    :))))))
    Gabriele

  18. ahah fortuna che non mi sono persa questo sondaggio :-)))

  19. ah ah ah allora eri giustificatissimo!!!!

  20. @gabriele
    Parere sulla Montalcini più che legittimo…ma dal mio punto di vista preferirle Cossiga..mmhhh…oh, sta attento però, perchèAndreotti in politica estera è più a sinisrra di D’Alema 😉
    Sul cdx: è evidente che in un momento di riorganizzazione tattica, e forse anche strategica, dei partiti dell’area moderata, diverse siano anche le modalità nel fare opposizione.
    A me fanno ridere i governi, di cdx o csx, che invocano l’opposizione “responsabile” o nell'”interesse del paese”: troppo facile, stando al governo, ritenere..responsabile esser aiutati a restare in sella. Non può, insomma, esser certo il governo – questo come quello di prima- a dire come debba fare opposizione l’avversario: diciamo che è un po’..un conflitto di interessi, no? E poi troppo facile sostenere che è nell’interesse del paese…che l’altro mi dia una mano.
    Tutti i modi di fare opposizione sono legittimi:se ritengo un governo dannoso, è giusto che ritenga nell’interesse del paese farlo cadere in tutti i modi, è altrettanto legittimo fare la cd “opposizione responsabile”. Opzioni strategiche diverse comportano tattiche di opposizione diverse.

    Sulle..”basi” (politiche, eh, non militari) credo che, ovviamente in modo contingente, ciascuna chieda opposizione dura quando non è la propria parte a governare.
    Sul cdx: beh, l’odg di Calderoli al Senato è stato un colpo abilissimo. Parli di primarie e centrodestra: beh, è evidente che nella conformazione attuale, che è tutta particolare, sono impossibili. Forza italia (che non è un partito come gli altri in Italia o in Europa: la CDU esisterà anche dopo la Merkel, i labour dopo Blair , l’UMP dopo Chirac eccetera) è subordinata all’esistenza di berlusconi, è un soggetto politico che si incarna su questa figura: anch’essa, è contingente, non certo strutturale. E sinchè la forma della CDL sarà quella delle ultime elezioni, è chiaro che Belrusconi è l’unico leader e pienamente legittimato, per altro. Vale anche per il centrosinistra, sebben un po’ di meno: l’italia è l’unico paese d’europa nel quale le “forme partito” sono in continuo divenire e..di passaggio. In francia, germania, inghilterra…i partiti sono grossomodo quelli da 50 anni.
    Alternative pronte a questo governo ora non ce ne sono, nemmeno dal punto di vista del cdx, che sino a quando non riorganizza un po’ di equilibri vedrebe alcuni dei suoi esponenti rischiare assai ove cadesse questo governo. A meno che non si faccia un governo Monti, o Montezemolo, con dentro ds-margherita-udc..e -per ragioni matematiche- anche An e FI. Un governo di 18 mesi, che farebbe la riforma delle pensioni, riforma elettorale e forse anche costituzionale Ma Fini non può nel breve periodo prender decisioni diverse da quelle di FI ( e LK’unione non può permettersi di sputtanarsi così presto), e Berlusconi non si presterebbe a qualcosa dl genere senza..qualcosa in cambio di definitivo. Che non è detto , per altro, che dai generosi leader dell’Unione non gli venga concesso. Vedi il periodo 96-01.

    @martinam
    ciaoo!

  21. cazzo! mi son dimenticata di pagare il canone! porcazza eva!

  22. Uh,pure io. Da 4 anni.

  23. giornalismo inesistente, 40 giorni di lavoro in sei mesi…
    dal silenzio che accompagna questi dati di fatto sembra quasi che l’italia possa permetterselo!
    alegher.

    peter

  24. anonimo in ha detto:

    Moltitudini: nemmeno io amo l’aggressione estetica, infatti mi infastidiscono un po’ le critiche quando si appoggiano su requisiti fisici come il nanosilzvo, lo scheletrofassino, il bruttocalderoli…certo che però è brutto forte mannaggia.. e preferisco forme di satira legate ad aspetti comportamentali come quelle che rilevano lo snobismo di D’Alema o l’affettazione di Bertinotti o l’untodalsignore superstizioso e aspirante latinloversuperuomosilvio o il celtismo o il celodurismo bossiano. Ma quando parlo della geriatria politica non faccio sarcasmo fisico ma dcontro un sistema che SOLO in politica ha efficaci e consolidate politiche per dare dignità potere e rispetto agli anziani anche a sproposito, mentre nella realtà che si arrangi, che crepi e non rompa con le sue pensioni minime, la cultura del rispetto (che significa anche mettere in condizioni di essere indipendenti un anziano di fronte a innovazioni tecnologiche che aiutano tutti ma li lasciano impotenti e smarriti). Insomma, non era un discorso estetico.
    Apprezzo che anche tu riconosca che Andreotti è più a sinistra di molti a sinistra, è raro sentirlo dire. Eppure basterebbero i suoi trascorsi e le storie d’amore libico e Gheddafiano a dimostarlo.
    Il discorso dell’opposizione responsabile sembra anche a me una scemata, ma forse per motivi diversi dai tuoi. L’opposizione, per me, deve fare opposizione perchè l’opposizione ha un suo compito democratico nel farla. Se non c’è la democrazia, nella mia visione politica, è più debole e meno garantita. Tu, mi pare di capire, ne fai più un motivo di coerenze e dignità ideologiche (che approvo).
    E’ interessante anche il discorso del conflitto di interessi, non ci avevo pensato…
    Sulle primarie: un altro svantaggio per il cdx è di non poter non solo individuare figure all’interno dei singoli partiti che siano sia alternativa che proseguo e futuro dei partiti stessi, ma nemmeno i partiti insieme, di poter individuare una figura esterna che faccia da catalizzatore o da possibilità di rappresentare un po’ tutti e nessuno mettendo temporaneamente aspirazioni personali dei singoli leaders dei partiti. Insomma, nel centrosinistra si è individuato un Prodi con il quale è possibile presentarsi in un’Unione. Non c’è un “Prodi” papabile nella coalizione di cdx.
    E non lo dico dando meriti a Prodi che detesto visceralmente e che, continuo a ripetere, non è uomo di partito, ma uomo di potere (e perciò ancora più detestabile): i suoi appoggi, la sua forza non sono partiti o elettorato: sono banchieri, azionisti, uomini in posti chiave e tecnici disponibili a rafforzare o confermare il proprio potere con il suo.Quindi non c’è nemmeno la possibilità di esercitare una tolleranza ed un rispetto che posso riservare a politiche ideologiche diverse dalle mie!!
    Resto scettico sulla caduta di questo governo per un bel po’ di tempo. Ed anche su una maggioranza allargata. Molto meno su concessioni per governare così come è. Insomma, si lasciano stare delle cose e l’opposizione diventa meno aspra. Ecco, credo sia questo succederà: scambi di favori.
    Ma per me, restando questo governo. In ogni caso il cdx non è preparato nè pronto a prendere il posto al governo. Perchè le difficoltà che ha ora il csx con la sua maggioranza risicata, sarebbero comunque le stesse difficoltà per il cdx. E perchè certe riforme sono necessarie dicono e forse il cdx lascia ben volentieri al csx il compito di rendersi impopolare nel farle.
    Gabriele

  25. AnelliDiFumo in ha detto:

    Mettete dei fiori nel vostro canone.

    Aspettavo un post così quando ho letto che il Governo era finito sotto su un Odg dell’opposizione che diceva “si approva quel che il Governo ha riferito”. Divertente assai.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: